La Costituzione spiegata a mio figlio

di Ugo Giansiracusa - mercoledì 12 febbraio 2020 - 495 letture

La costituzione spiegata a mio figlio.

Una volta, tanto tempo fa, un signore molto cattivo era diventato re, o quasi. Aveva il cuore nero nero. E il nero era il colore che amava, così che ci faceva vestire tutti i suoi amici. Già questo dovrebbe farti capire che brutta persona era. Con tutti i bei colori del mondo, proprio in nero.

Era molto permaloso. Credeva di avere sempre ragione e se qualcuno gli diceva che sbagliava si arrabbia a così tanto che gli scattava il braccio teso, in alto, rigido come un bastone. E lo fece diventare il saluto di tutto il suo popolo.

Ma a parte questo faceva proprio male alle persone con cui si arrabbiava. E non chiedeva mai scusa.

Poi un giorno tante persone si erano proprio stancante di tutte quelle regole assurde che si inventava quel cattivone.

Figurati che qualcuno non poteva neanche entrare nei negozi a comprare da mangiare, solo perché invece di pregare in chiesa lo facevano in sinagoga. Non potevano neanche andare a scuola.

Insomma, tante persone non ne potevano proprio più e allora si misero dei fazzoletti colorati, di rosso, bianco, verde, blu. I colori, uniti insieme, contro il nero.

Si facevano chiamare partigiani.

E lottarono, lottarono, lottarono finché, insieme alla fatina Usa e a tanti altri popoli nel mondo, non riuscirono a sconfiggere il cattivone.

Alla fine erano tutti stanchi e felici ma avevano ancora paura.

E se ne arriva un altro, di cattivone? Come facciamo a proteggere i nostri figli, per sempre? Magari loro non ricorderanno quanto è stato brutto vivere con quell’uomo nero che avevi pieni poteri.

Pensa che ti ripensa si inventarono un meraviglioso libro, pieno di formule magiche, capace di tenere lontani tutti i cattivoni.

Lo chiamarono Costituzione.

Lo fecero così bene da essere quasi indistruttibile.

E in quel libro magico c’era la risposta ad ogni domanda, o quasi. Parlava di diritti, di lavoro, di giustizia e tante altre meraviglie.

Un giorno, quando sarai più grande, te lo leggerò.

Lo hanno scritto per te. Per proteggerti sempre.



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -