L’inno italiano dei Mondiali

Sta impazzando sul web. E’ l’inno non ufficiale dei Mondiali di calcio 2006: "Siamo una squadra fortissimi" di Checco Zalone.

di Redazione PuntoG - domenica 9 luglio 2006 - 6562 letture

Il testo della canzone. Nel menù di destra i files da scaricare...

Stoppi la palla al volo, come ti ha imparato tanto tempo fa
quando giocavi invece di andare a scuola
quanti sgridi ti prendevi da papà
perché sognavi un giorno che avresti stato
nell’Italia convocato adesso tutti sono con te
ma ci devi dimostrare che...
Siamo una squadra fortissimi
fatta di gente fantastici
e nun potimm’ perde
e fa figur’ e mmerd’
perché noi siamo bravissimi
e super quotatissimi
e se finiamo nel balatro
la colpa è solo dell’albitro
"Pronto Luciano bello perché non ti stai impegnando piu’?
questi ci stanno rovinando i mondiali questi qua
devi fa qualcosa"
Cornuti siamo vittimi dell’albitrarità
a noi contraria
ecco che noi cerchiamo
di difenderci da queste inequità
così palese
grande Luciano moggi
dacci tanti orologi agli albitri internazionali
si no co’ cazz’ che vinciamo i mondiali
Siamo una squadra furbissimi
fatta di gente drittissimi
e nun vulimm’ perde
e fa figur’e mmerd’
perché noi siamo bravissimi
e superquotatissimi
e se qualcuno ci ostacola
ce lo diciamo alla Cupola


- Ci sono 2 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Lo sport è un sogno per ricchi?
11 luglio 2006

La gloriosa Armerina allenata da un nordico, circa 40 anni fa..

Vado a fare il mio scatto e...

"Macchè casso siete! non viene fuori nient da voi siciliani!"

In effetti, esile, adatto a contemplar, privo di verità programmatiche, mangiavo il broccolo per primo e secondo, se no un carciofo per secondo che ha tante vitamine..(o una pagnotta col pane)

Caro allenatur, che torto grave tacciar l’anima mia perfetta di non poter essere il tuo caro carnivoro cannoniere..

Cosa vuoi capire tu di sistemi.. ora son grandicello e sono anch’io tra i benestanti, e mi ricordo quel mio amico figlio di funzionario che la carne mangiava tutti i giorni, quali coscione, e a bruciar gli altri nello scatto..

Ma mai nelle lunghe corse serali, io l’ho mollato.. le gambe mie avean le ali, e molti dissero che avrei fatto la maratona..

Quale malignità il razzismo!

(mai lo sport sia razzista)

    Lo sport è un sogno per ricchi?
    25 luglio 2006, di : eugenio milazzo |||||| Sito Web: bööhhh

    cosa vuol diré????
    Lo sport è un sogno per ricchi?
    7 novembre 2006

    Aspirante poeta con scarsissime doti, che approfitta dell’occasione per far leggere la sua "prosa" ad altri. SI MA COSA CENTRA CON L’ARGOMENTO DELL’ARTICOLO. Butta la penna ch’é meglio.
Ciao Eugenio, purtroppo c’è pure una "struttura" in tante cose
11 agosto 2006

Guarda che parlo dell’epoca che per comprare un chilo di carne ci voleva una giornata di lavoro!

Ma anche che a quei tempi (intorno al ’68) c’erano i "padroni" che oltre alle loro pance hanno fatto grande anche la loro vanità.

Vuol dire che per fare gli sforzi ci vuole la carne.. lo sanno tutti ora, ma non chi ci nutriva di stupidaggini e ottimismo..(broccoli,carciofi,ecc.)

Per mettere i muscoli ci vule la carne, e quindi i soldi. Il motivo è che il corpo brucia sempre composti quaternari (sono tutti ormoni: trigliceridi, ecc.) e quindi distrugge continuamente azoto. L’ozoto nobile, insieme ai tre principali nutrienti: carbonio, idrogeno, ossigeno.

    Ciao Eugenio, purtroppo c’è pure una "struttura" in tante cose
    7 novembre 2006

    Beh! allora con Prodi, Bertinotti e D’Alema, ricominceremo a nutrirci nuovamente di broccoli, carciofi, ecc. Saluti