Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Attualità e società |

L’amministrazione di Bagheria chiede le dimissioni del ministro Tremaglia

L’Amministrazione della Città di Bagheria (Palermo) chiede le dimissioni del ministro Mirko Tremaglia su proposta del consulente del Sindaco per la realtà omosessuale Piero Montana. Ecco il testo del comunicato stampa.
di Morris Bober - giovedì 28 ottobre 2004 - 5998 letture

CITTÀ DI BAGHERIA

COMUNICATO STAMPA

OGGETTO: Richiesta di dimissioni del ministro Mirko Tremaglia

Egregio Signor Sindaco, Egregi Assessori e Consiglieri Comunali,

come consulente per la realtà omosessuale della nostra Città di Bagheria sono sconcertato dal comportamento tenuto giorni fa, alla notizia della bocciatura di Buttiglione alla Ue, dal ministro Mirko Tremaglia, responsabile degli Italiani all’Estero, che con deprecabile volgarità ha testualmente affermato: "Purtroppo Buttiglione ha perso. Povera Europa: i culattoni sono in maggioranza".

Il mio sconcerto tuttavia, tengo a precisarlo, nasce dal fatto, non solo perché le parole di Tremaglia sono incivili, inaccettabili ed insopportabili, bensì perché dalle più alte cariche di un governo e di uno stato democratico proviene oggi l’esempio di un linciaggio morale oltre che verbale rivolto ai gay ed a parlamentari europei, che pur non essendo omosessuali, nel bocciare Buttiglione alla Ue, hanno dato solo prova di sensibilità democratica e di rispetto della persona nonchè dei diritti di tutti i cittadini, senza alcuna discriminazione per il loro orientamento sessuale.

Con la presente, ritenendo tuttavia lesive nei confronti degli omosessuali, le parole pronunziate da Tremaglia, parole queste che non possono essere compatibili con il ruolo di un ministro della Repubblica Italiana, chiedo alle SS.VV. di voler sottoscrivere insieme al consulente per la realtà omosessuale della nostra Città la richiesta di dimissioni di Tremaglia, da far pervenire agli organi di stampa e con una ulteriore lettera a Berlusconi, Presidente del Consiglio.

Dott. Piero Montana - Consulente del Sindaco per la realtà omosessuale della Città di Bagheria

Giuseppe Fricano Sindaco, Pietro Pagano Vicesindaco ed Assessore alla Pari Opportunità, Biagio Sciortino Assessore alla Cultura, Gianni Granata Assessore alla Sanità, Enzo Gulli Assessore al Commercio, Pino Vella Assessore al Personale, Pietro Tornatore Assessore ai Lavori Pubblici, Domenico Di Stefano Assessore alle Finanze, Annibale Alpi Assessore allo Sport, Atanasio Matera Capo Gruppo della Margherita, Ciro Scianna Consigliere (Udeur), Michele D’Amato Consigliere (Un patto per la Sicilia), Bartolone Angelo Consigliere (D.C.), Gianfranco Licciardi Capo Gruppo dei Ds, Nicola Tarantino Consigliere (Ds), Domenico Maggiore Presidente del Consiglio, Di Francesca Antonino Capo Gruppo D.C., Sardina Maurizio Consigliere (Un patto per la Sicilia), Rosario Giammanco Consigliere (P.R.I), Massimo Mineo Capo Gruppo (Alleanza Popolare Giovani), Gianluca Rizzo Consigliere (Alleanza Popolare Giovani).

Bagheria, 19/10/2004

I tag per questo articolo: | | | |

Rispondere all'articolo - Ci sono 1 contributi al forum. - Policy sui Forum -
FASCISTI da galera.Perchè nessuno applica la costituzione???
14 aprile 2006, di : meglioguardareavanti

tremaglia deve anche pagare di tasca sua tutte le cose poco chiare riguardanti il voto al estero.Di tasca sua e di Pisanu visto che la responsabilità è loro.Forse per la feccia tremaglia essere fascista di Salò non basta per ricordargli gli episodi messi in luce da Pasolini e sodoma....fascista.Gli farei vedere io come stringono forte le mani del fabbro,mani che discendono da una deportata .Mia nonna.(tremaglia minuscolo è voluto,la feccia non merita maiuscola)