Sei all'interno di >> :.: Culture | Libri e idee | Racconti |

L’Onda Lunga

Il Clown Nanosecondo, la cherubina Edda e l’angelo Mercuzio....

di Enzo Maddaloni - martedì 19 gennaio 2010 - 4655 letture

Ieri c’era un onda lunga. Il mare era stupendo. Un solo stanco in una luce meravigliosa si preparava per la notte ad accompagnare tutti i nostri sogni.

I gabbiani facevano serf con saraghi ed alici. Io, in compagnia del mio angelo custode Mercuzio e della (sua) cherubina Edda ci siamo stesi sulle sdraio sul molo del porto di Acciaroli a goderci tutti insieme questo spettacolo infinito. Gocce di sorriso ogni tanto si infrangevano anche sul nostro viso, nel mentre l’onda lunga del mare era lì, che ci cullava.

Un dolce tepore pervase i nostri corpi eterei. E, così ci siamo addormentati, seduti li ai confini del mondo. Io, ed Edda abbiamo visto Mercuzio che volava con i gabbiani divertendosi un mondo anche lui a giocare con i saraghi e le alici.

Poi da lontano ho visto Caramella che giocava con i suoi bambini sulla spiaggia. E, quando mi ha visto arrivare con al filo attaccato Mercurzio, mi ha detto: "bello quest’acquilone sembra un angelo che vola sull’acqua leggero. Sai Nanos non posso proprio venire a Squola di Clown perchè qui ho un sacco di impegni di mamma, anch’io devo costruire castelli di sabbia...".

"Figurati!!!.........." - gli ho risposto io - "....questo è la migliore Squola che puoi frequentare adesso. I bambini ti mettono alla prova. E, sono tosti loro. Non hanno mezze misure, so anche un po bastardi. E’ una buona squola per il tuo clown. Bisogna stare lì a "prendersi cura" ma allo stesso tempo disciplinano la serenità del nostro clown".

"Sai Caramella..." - gli ho detto: "... i migliori laboratori di clown li ho fatti con i miei figli ed ultimamente anche con mio nipote di tre anni Antonio.. e poi c’era Mr Lapo lui mi ha insegnato un sacco di Magie Gentili anche lui aveva tre anni, ma era un pozzo di scienza immaginifica. Con Antonio poi è stato un corso specialissimo. Stavamo in spiaggia, proprio sulla riva del mare....dove finisce ... la terra; io, costruivo un castello di sabbia e lui me lo buttava giù, io lo ricostruivo e lui me lo buttava giù ..siamo andati avanti per più di un’ora così.....ma sai? E’ proprio nell’inutilità del gioco che c’è la vera essenza del clown - il nostro bambino interiore - che si confronta con gli altri bambini.....e non hai idea di quante cose ti possono insegnare li devi solo saper ascoltare... "

E’ cosi ho svegliato Edda che nel frattempo stava sognava di diventare un fiore di giardino e per prendersi le misure giuste si era andata a farsi fotografare insieme ad un fiore. E, così gli ho chiesto: "Edda, ..visto che tu sei mamma esperta, e compagna, e moglie, e anche clown che ha grandi esperienza per aver cresciuto dei bellissimi figli, ed ora sei diventata esperta anche di nipotine e nipotini tutti specialissimi, ci puoi dare una mano a costruire questa comunità di clown ed un castello di sabbia colorata dei colori dei fiori e delle piume d’uccello di paradiso? Insomma vuoi diventare anche tu fondatrice di questa "Comunità di Clown Dottori... per prenderci insieme cura prima di noi stessi e poi di tutti i mali del mondo? "

Lei non se l’è fatto dire due volte. Mi ha sbaciucchiato tutto ....sotto lo sguardo un pò sornione di Mercuzio ...e mi ha chiesto ma che devo fare? "Niente di più di quello che già stai facendo" gli ho risposto io....: "Ecco, semmai qualche volta ti possiamo scocciare un pò e chiamarti per darci utili consigli per tutti i nostri figli, i nipoti, i bambini, i cugini, i fratelli, insomma "tutt’a razza nosta" per vivere meglio in questa nostra nuova comunità di clown dottori."

Nuova razza o nuova specie di essere uomani? Boh! Mio padre che faceva l’autista di camion mi diceva sempre: "se c’è l’onda lunga non viaggiare sulla litoranea che il mare ti può prendere." Io questa volta però ho fatto il viaggio per la litoranea e sono arrivato fin qui e vedi che ho trovato (?).

Ecco non mi sono perso ma se pure potremmo perderci nel deserto e oltre a perderci nel mare, ci potremmo perdere nel bosco, beh in questo caso, tu Edda insieme a Mercurzio - angelo onorario della nostra Comunità di Clown ... ci potete mettere in contatto sia con il padre che con la mamma e con tutti quelli che ci vogliono dare una mano. Insomma, Edda ci mettiamo in contatto anche i figli di tua figlia (tua nipote) che è un genio ed un pozzo di scienziamento, come tutti i bambini oggi sotto i dieci anni.

Ad esempio se siamo preoccupati per nostra figlia o altri noi ti telefoniamo Edda e tu parli con tua nipote e ci fai dare le giuste diritte per come uscire ad esempio dal bosco o quant’altro. Insomma abbiamo un sacco di nuovi esperti e credo che ci potranno aiutare tutti in questo nostro viaggio. Edda ha accettato di diventare anch’essa insieme a Goccia socia/o-fondatori della nostra comunità di clown.

Lei mi ha detto: "ma io non sono clown, però" ...... Io gli ho risposto che per stare a fianco all’angelo Mercuzio deve essere per forza anche lei già clown.

Ecco l’onda lunga è arrivata e si è infranta sulla barriera di scogli del porto. Ci ha bagnati un pò, ma porta fortuna.

E, così ci siamo svegliati dal sogno mentre Mercuzio ci diceva con le ali infracidite dall’acqua di mare ..."ma vi siete addormentati,....incantati dallo specchio del mare?"

E, cosi siamo volati via nel castello di Edda, mentre una goccia di mare ci regalava il suo sorriso.

Il Clown Nanosecondo


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -