Sei all'interno di >> GiroBlog | Centro Studi Est Europa |

KAZAKHSTAN: Ritornare all’abc


Possibile passaggio all’alfabeto latino in Kazakhstan? La nostra corrispondente da quel paese Camilla Turrina ci fornisce maggiori ragguagli al riguardo
sabato 8 luglio 2017 , Inviato da Emanuele G. - 1077 letture

Sebbene non sia la lingua ufficiale del paese, il russo è il principale mezzo per la comunicazione interetnica in Kazakhstan. Tuttavia da diversi anni il governo si sta occupando di diffondere maggiormente l’uso della lingua di stato con progetti culturali e riforme, per esempio incoraggiando il trilinguismo nelle scuole. Recentemente è stata anche espressa l’intenzione di adottare l’alfabeto latino sostituendo quello cirillico, similmente a quanto avvenuto dopo l’indipendenza in altri paesi con lingue di origine turca come Azerbaijan e Uzbekistan.

Modernizzare la coscienza pubblica

La data fissata è il 2025, tempo necessario per compiere il passaggio della lingua kazaka all’alfabeto latino, abbandonando quindi il cirillico in uso dal 1940. Il 12 aprile con un articolo del Presidente Nursultan Nazarbaev sul giornale di stato Egemen Kazakhstan dall’evocativo titolo Bolashak ba-dar: ruhan jahyyru (The Course towards Future: Modernization of public Conscience) è stata presentata la tabella di marcia che prevederebbe l’elaborazione e la diffusione di uno standard unico di trascrizione oltre che la pubblicazione di libri e documenti ufficiali usando il nuovo alfabeto. La scelta rientrerebbe nel progetto di modernizzazione il paese, adottando quindi un sistema di scrittura usato quasi in tutto il mondo, ma senza perdere l’identità della lingua locale. Il kazako infatti discenderebbe dal gruppo delle lingue turco-altaiche: inizialmente venne trascritto usando l’alfabeto arabo, per poi passare nei primi anni dell’Unione Sovietica ad una versione latina, sostituita definitivamente nel 1940 con il cirillico a cui vennero aggiunte delle lettere per rendere alcuni suoni particolari dell’idioma. Secondo Nazarbaev questo fu un cambiamento motivato da ragioni politiche e rispecchierebbe quanto avvenuto nelle altre Repubbliche Sovietiche in Asia Centrale, dove il russo inizialmente affiancò, per poi limitare l’uso delle lingue locali.

Oltre le mosse politiche

Il dibattito sul ritorno all’alfabeto latino iniziò già nei primi anni dell’indipendenza, quando l’idea venne abbandonata temendo il rischio di lasciare parte della popolazione analfabeta. Alcune critiche di questo genere vennero risollevate nel 2013 da un gruppo di linguisti e accademici secondo i quali una simile mossa avrebbe avuto seri effetti collaterali, rendendo per esempio ancora più difficile padroneggiare la lingua kazaka a chi non conoscesse il latino. Un rischio che secondo i fautori della riforma non si dovrebbe più correre, considerando che soprattutto le nuove generazioni non dovrebbero trovare difficoltà conoscendo già il "nuovo" alfabeto grazie all’inglese.

La decisione è stata vista da alcuni anche come metafora di un allontanamento da Mosca per avvicinarsi ai paesi turcofoni. Le autorità sostengono che la portata politica della decisione non andrebbe esagerata, trattandosi semplicemente di una riforma linguistica e non di una complicata questione geopolitica.

Sarebbe quindi un modo per cercare di dare una soluzione ai problemi di identità del paese, dove buona parte della popolazione padroneggia meglio il russo della lingua di stato, dando anche una spinta alla cultura kazaka, ancora sospesa tra un passato legato all’Unione Sovietica e un futuro da definire.

Una simile riforma è in corso dal 1995 nel vicino Uzbekistan senza notevoli cambiamenti, anzi la confusione linguistica parrebbe aumentata e si continua in parte ad usare il cirillico. Al contrario in Azerbaijan la transizione è avvenuta con successo nel giro di appena un anno, tempo bastato per convertire tutto quanto era leggibile in circolazione e permettere ai cittadini di prepararsi ( o rassegnarsi) al cambiamento.

- Photo credits:

La foto di copertina e quella acclusa nel testo dell’articolo sono state fornite dall’autrice


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Stampa Stampa Articolo
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio
:.: Condividi

Bookmark and Share
:.: Documenti allegati
Astana

:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica