Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Movimento |

Isola Pulita: il petcoke

L’articolo 32 della Costituzione sancisce che la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e dell’interesse della collettività. La Italcementi nello stabilimento di Isola delle Femmine quali misure pensa di aver adottato per garantire il rispetto di questo diritto sancito dalla Nostra Costituzione?
di pino ciampolillo - venerdì 18 agosto 2006 - 5308 letture

PETCOKE L’articolo 32 della Costituzione sancisce che la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e dell’interesse della collettività. La Italcementi nello stabilimento di Isola delle Femmine quali misure pensa di aver adottato per garantire il rispetto di questo diritto sancito dalla Nostra Costituzione? Da informazione forniteci dall’ARPA agenzia per l’ambiente sembra che sia fatto largo uso di pet-coke.

Il nome così strano e la curiosità di quanto letto sui mezzi di informazione circa l’operato della Magistratura di Gela proprio sull’utilizzo di questo pet-cocke ci ha stimolato ad iniziare una prima sommaria e semplice ricerca enciclopedica da dove si evince:

che il pet-cocke, secondo la definizione industriale è un prodotto che si ottiene dal processo di condensazione per piroscissione di residui petroliferi pesanti e oleosi fino ad ottenere un residuo di consistenza diversa, spugnosa o compatta (petroleum coke o pet coke). Nel processo di coking si realizza un craking termico spinto che dà origine, attraverso reazioni di piroscissione, a frazioni liquide e a coke, costituito per il 90-95% da carbonio. Il coke è costituito da idrocarburi aromatici policiclici ad alto peso molecolare e presenta un elevato tenore di carbonio e basso contenuto di ceneri.

In sostanza il pet-coke e’ l’ultimo prodotto delle attivita’ di trasformazione del petrolio e viene considerato lo scarto dello scarto dell’oro nero tanto da guadagnarsi il nome di "feccia del petrolio". Per la sua composizione, comprendente oltre ad IPA (in particolare benzopirene) e metalli pesanti come nichel, cromo e vanadio, va movimentato con cura per evitare di sollevare polveri respirabili. Il trattamento consistente in carico, scarico e deposito del pet-coke deve seguire ferree regole dettate dal decreto del Ministero della Sanita’ equiparabili al trasporto di sostanze pericolose.

Nostro malgrado la ricerca ci sta prendendo e pensiamo di andare avanti e in maniera più approfondita. Alla salute ci teniamo. Anzi, pensando di trovarmi nel posto giusto, abbiamo bisogno di aiuto in termini di conoscenza.

wwwisolapulita.it


Rispondere all'articolo - Ci sono 1 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Isola Pulita: il petcoke
13 aprile 2007

non so chi tu sia,però posso dirti che oggi pomeriggio andrò a Isola delle Femmine (Pa) dove si trova uno stabilimento della Italcementi che utilizza pet-coke nella sua produzione. Scopo della mia visita non è il bel mare ma un’ inchiesta giornalstica sulla situazione di quell’area, divisa tra la salute e il mantenimento dei posti di lavoro...chiaramente la maggior parte delle domande verteranno proprio sul pet-coke e sui processi di smaltimento delle scorie. se ti interessa mi faccio risentire! Marco Salici