Ildegarda di Bingen

di Pina La Villa - venerdì 7 dicembre 2007 - 2559 letture

Ildegarda di Bingen

(1098/1179)

Ultima di 10 figli, di nobile famiglia, entrò in un monastero benedettino a 8 anni. Studiò scienze e teologia e all’età di 38 anni divenne badessa. Durante la sua lunga vita scrisse testi di medicina e scienze naturali. Fu anche poetessa, compositrice, pittrice e fu famosa anche per i poteri miracolosi di guaritrice. Fin da piccola Ildegarda ebbe delle visioni alle quali attribuì l’ ispirazione per i suoi scritti. Si definiva infatti un mero veicolo delle parole del Signore, una povera ignorante che derivava le proprie conoscenze non dall’istruzione ma da esperienze mistiche. Osservano a proposito alcune storiche che l’accorgimento di motivare le proprie parole con ispirazioni divine fu adottato da molte donne medievali per valorizzare le proprie idee che altrimenti sarebbero state prese in minore considerazione. Scritti di Ildegarda: 1141 Liber Scivias (trattato di cosmologia e biologia). Tra il 1150 e il 1160 lavorò alla sua enciclopedia di storia naturale, il Liber Simplicis Medicinae. L’ultimo dei suoi scritti fu il Liber Compositae Medicinae (in cui mette in relazione il microcosmo, il corpo umano, con il macrocosmo, l’universo).


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -