Il quadro della settimana: “Il Palco” di Pierre-Auguste Renoir

1874
 Olio su tela,
 cm. 80 x 64.
 Ubicato a Londra (Courtauld Gallery).
di Orazio Leotta - martedì 30 aprile 2013 - 3998 letture

Renoir partecipò alla prima esposizione impressionista che si tenne nei locali del fotografo Nadar a Parigi nell’aprile del 1874. Del movimento, che ancora non aveva un nome – solo più avanti i loro adepti furono etichettati come “impressionisti”- facevano parte oltre a Renoir anche l’amico Monet, Degas, Cezanne, Bazille, Sisley, Pissarro e Manet. La sua opera più importante esposta in quell’occasione fu “Il Palco”, dipinto senz’altro ispirato al “Balcon” di Monet. Il Palco.jpg

Renoir non amava andare al teatro per gustarsi la recita; ciò che lo attraeva era il pubblico, l’entusiasmo della gente, la concitazione, l’attesa, il trepidare, ogni sfaccettatura di quella particolare atmosfera che si creava prima e durante uno spettacolo a teatro. In primo piano i due protagonisti: il fratello Edmond, vestito elegante, che come fosse una proiezione del pittore stesso, si disinteressa della scena e col binocolo invece pare scrutare altrove; al suo fianco la sua nuova modella Nini, anch’ella elegantemente vestita.

Evidenti contrasti bianco e nero coi neri molto marcati, ma nonostante ciò il complesso del dipinto risulta essere molto luminoso (grazie alla seta della camicia dell’uomo e della veste e dell’incarnato della donna) ed anche morbido specie nella cura di certi dettagli dell’abito femminile. Pennellate brevi e veloci e come già detto una ridotta gamma di colori. Renoir, la cui produzione artistica può vantare circa 5.000 dipinti, ove non venne mai rappresentato un volto triste, non si smentisce neanche in questo caso riuscendo a cogliere la magia di un momento, la spensieratezza di una generazione, quella agiata parigina di metà ottocento, offrendo allo spettatore un tocco di leggerezza e una visione serena della vita.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -