Sei all'interno di >> Flash |

Il pony di Ursula von der Leyen ucciso da un lupo

L’animale si trovava nella tenuta della presidente in Bassa Sassonia. Per vendetta il Ppe è riuscito a far approvare dal Parlamento europeo una risoluzione per chiedere l’indebolimento della protezione della specie

di Redazione - giovedì 8 dicembre 2022 - 1524 letture

Un lupo ha ucciso il pony della presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Il fatto è avvenuto proprio mentre il Parlamento europeo, su iniziativa del partito popolare, ha chiesto di rivedere lo status di protezione di questi animali selvatici per permettere la caccia, sostenendo che può essere utile per proteggere il bestiame e gli animali domestici in generale.

Il fatto risale a qualche mese fa quando Dolly, l’amato pony della presidente, è stato trovato morto con segni evidenti di aggressione da quello che con ogni evidenza sembrava essere stato un lupo. Il tabloid tedesco Bild ha riferito che la carcassa era stata scoperta dal marito Heiko in un campo vicino alla loro tenuta nella Bassa Sassonia, mentre un altro pony era stato risparmiato.

Ma quelli che all’epoca erano solo sospetti sono stati ora confermati da alcuni esami genetici: il lupo colpevole adesso ha anche un nome e un cognome, o meglio un codice identificativo, Gw 950m, ed è un membro del famigerato branco di lupi del Burgdorfer Holz. Secondo le indagini l’esemplare prima di Dolly aveva già ucciso alcuni animali da fattoria tra cui pecore, bovini e cavalli.

Ironia della sorte, poco dopo la tragica scomparsa del suo amato pony la presidente della Commissione europea ha annunciato in una lettera ai membri del Parlamento europeo che l’attuale stato di protezione dei lupi potrebbe essere modificato. "La Commissione riconosce che il ritorno dei lupi in regioni dell’Ue in cui sono stati assenti per lungo tempo e l’aumento delle loro popolazioni in nuovi territori comportano sfide e alcuni conflitti, come attacchi al bestiame e rischi per la popolazione locale", ha scritto Von der Leyen in una lettera inviata al Parlamento europeo.

La lettera è arrivata dopo che il suo gruppo politico è riuscito a far approvare dall’Eurocamera una risoluzione per chiedere l’indebolimento della protezione della fauna selvatica, compresi i lupi grigi, le linci e gli orsi bruni, a causa delle preoccupazioni degli agricoltori per la predazione del bestiame. Il Ppe ha festeggiato l’approvazione della risoluzione distribuendo vignette promozionali che mostrano un lupo, un orso e una lince che avanzano rabbiosi verso pecora e una pastorella spaventate. Sebbene la risoluzione congiunta, approvata a larga maggioranza, non sia vincolante e quindi non abbia un peso reale, la lettera della von der Leyen fa presagire una volontà di modificare la legislazione a livello comunitario.

Fonte: Europa ToDay.



- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -