Sei all'interno di >> :.: Rubriche | Sportivamente |

Il Palermo e il Messina nel paradiso calcistico

La Sicilia del pallone arriva nella massima serie. È serie A per il Palermo ed il Messina.
di Tano Rizza - martedì 15 giugno 2004 - 6100 letture

La Sicilia del pallone arriva nella massima serie. È serie A per il Palermo ed il Messina. Il calcio isolano entra a pieno titolo nell’olimpo dei grandi club e lo fa a testa alta, dopo decenni di sofferenza tra campionato cadetto e serie inferiori, la Sicilia entra meritatamente e finalmente a far parte della massima serie calcistica.

Il Palermo approda alla A dopo un cammino che l’ha visto protagonista per tutta la stagione agonistica, il team di Giudolin non ha mai avuto cenni di cedimento trascorrendo tutto il campionato cadetto nelle primissime posizioni, una squadra di livello sicuramente superiore che ha condotto un campionato da grandissima del calcio. La scuadra rosanero vince il campionato e il suo bomber Luca Toni vince la classifica marcatori. Palermo riesce a raggiungere questo traguardo storico che la città attendeva da 32 anni, una città impazzita di gioia che ha festeggiato la serie A il 29 Maggio data che resterà negli annali del calcio siciliano per lunghissimo tempo.

Palermo per un giorno si è vestita di rosanero e ha festeggiato invadendo tutta la città colorandola di rosanero per tutta la notte. La gestione di Zamparini ha regalato alla città la serie A, il presidente rosanero è entrato nei cuori della tifoseria ed il comune di Palermo per ringraziarlo per la conquista della massima serie gli ha conferito la cittadinanza onoraria. Una festa che ancora non accenna a terminare.

La seconda favola siciliana riguarda il Messina che approda clamorosamente alla serie A. Una promozione neppure mai pensata ad inizio stagione, la squadra ha toccato il fondo della classifica quest’anno ma con una straordinaria forza d’animo è riuscita a scavalcare la classifica cadetta fino al raggiungimento della A. Il Messina ha trovato contro il Como la decima promozione della sua storia recente, la conquista della Serie A rappresenta il terzo campionato vinto negli ultimi sei.

Una storia partita tre anni fa che dalla serie C1 ha portato i giallorossi a volare fin nella massima serie. Un nucleo di giocatori che è rimasto sostanzialmente invariato (con i necessari innesti) negli anni, un presidente, Franza, nato e cresciuto a Messina. Una promozione che alla luce dei fatti risulta strameritata.

La Sicilia del pallone il prossimo anno, quindi, avrà due formazioni in A, con relativo darby, compagini che sicuramente non sfigureranno. Gli appassionati di calcio isolani sono finalmente chiamati a tifare per le siciliane ed abbandonare il tifo per i grandi club del nord. Un futuro tutto rosanerogiallorosso.

Insieme a Palermo e Messina approdano alla massima serie Cagliari, Livorno ed Atalanta, allo spareggio và la Firentina che affronterà il Perugia per l’ultimo posto utile per la Serie A.

Unica nota stonata nella stagione calcistica isolana è la sconfitta dell’Acireale nei play-off per approdare alla serie B. La squadra granata dopo aver condotto un campionato da protagonista in C1 non ha tagliato il traguardo della serie cadetta perdendo la semifinale promozione con la Vibonese. Il prossimo anno, quindi, Catania ed Acireale sono chiamate al salto di categorie per seguire la marcia dei cugini palermitani e messinesi.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -