Il Mondo visto da Villa Certosa

di Costantino - mercoledì 20 ottobre 2004 - 5397 letture

IL MONDO VISTO DA VILLA CERTOSA

La bozza di sanatoria che riguarda Villa Certosa - al vaglio della Camera dei Deputati essendo già stata licenziata dal Sento della Repubblica - rappresenta un altro piccolo pezzo della storia d’italia. L’Italia di Punta Perotti, certamente. L’Italia anche di Villa Certosa: la villa dorata e top secret in cui Silvio Berlusconi, l’uomo con la bandana, si occupa dei destini delle italiche genti. E’ l’Italia dei furbi, dei commi che consentono ai riccastri di fregarsene della legge. Il mondo visto da Villa Certosa è stralucido, vischioso il giusto, mediamente tiepido, politicamente corretto. E’ il mondo di chi ha capito come gira il mondo, di quelli che sono mediamente un centimetro al di sopra di tutto e di tutti. Poi c’è Francesco Iacomino, operaio in nero, morto a 33 anni ed i cui rantoli sono stati raccolti dai rumori di fondo di una strada. Poi c’ Ercolano, Secondigliano, San Nicandro G.co. Questa è tutta un’altra storia, un’altra Italia, un’altra visuale. E’ il punto di vista strabico di chi si sforza di cercare il giusto dove giustizia non c’è. Rappresentano i luoghi fisici e storici in cui la marginalità stenta a divenire alterità. Anche questa, come direbbe l’uomo di Villa Certosa, è una chiara "scelta di campo"….


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -