Il 1° Laboratorio sui Videogames tenuto all’Università di Catania

E’ partito il 27 di Marzo il 1° laboratorio sui videogames tenuto all’Università di Catania: “Videogame e softwarehouse: dalla texture al testo” .
di Redazione - mercoledì 30 maggio 2007 - 3181 letture

Il 1° Laboratorio sui Videogames tenuto all’Università di Catania

E’ partito il 27 di Marzo il 1° laboratorio sui videogames tenuto all’Università di Catania: “Videogame e softwarehouse: dalla texture al testo” .

L’iniziativa si è svolta all’interno della facoltà di Lingue nel contesto dei “Medialab” ovvero laboratori creati appositamente per avvicinare il mondo dei professionisti della comunicazione agli studenti universitari. Il corso ha avuto durata un mese circa, assegnerà 3 cfu agli studenti frequentanti, ed è stato progettato, ideato, coordinato e seguito dal Dott. Mica e dal Dott. Murabito neolaureati in Scienze della comunicazione.

A settembre, quando uscì il programma del Medialab della facoltà di Lingue, l’idea di affidare a due ex studenti un laboratorio sui videogiochi era sembrato un piccolo azzardo. Certo, i “players” sono milioni in tutto il mondo. Guardando la situazione del mercato italiano, la “videogame industry” fa registrare un tasso di crescita che ci vede al secondo posto subito dopo il Portogallo. Il fenomeno tocca ormai il 61% dei maschi italiani e non riguarda soltanto i bambini: infatti il 57% dei giocatori ha un’ età compresa tra i 18 ed i 44 anni.

C’è davvero così tanta gente a videogiocare? Si, e non a caso il Medialab/Lingue, come sempre sensibile alle innovazioni, si è voluto misurare con un business in grado di mettere in relazione il mondo dell’informatica con l’universo culturale. Il videogioco all’università, perché no? Non restava che sconfiggere gli stereotipi che vedono i videogames come mera perdita di tempo. I “games studies” sono veri e propri poliedri dove ogni faccia prende il nome di semiotica, new media, sociologia, antropologia, psicologia, estetica, cinema ecc.

Durante il corso si sono approfonditi vari aspetti del videogame che solitamente si tende ad ignorare: la psicologia del fruitore, il design, l’usabilità, la funzionalità, i legami – inscindibili – con i nuovi media, il mercato ed il marketing dei videogiochi, il nuovo mondo dei videogiochi online, la storia del videogame ed infine si è parlato delle professionalità di cui necessita questa nuova industria culturale. Il corso si è concluso con una lezione tenuta da un grafico ed un animatore professionista rispettivamente il Dott. Vinci Antonio e il Sig. La farina Angelo. Alla fine del corso i ragazzi dovranno preparare elaborati attinenti alle tematiche svolte in aula che saranno presentati da loro stessi il 9 e il 10 Maggio nei nuovi locali della Facoltà di Lingue di Via Gisira n ° 59.

Mica: “Il videogame è visto normalmente come una forma di passatempo più o meno perniciosa, non si ci sofferma mai sul suo aspetto culturale, noi vediamo il videogame come nuova forma di comunicazione ed osservatorio privilegiato dei fenomeni sociali e culturali in cui siamo quotidianamente immersi. Il videogame rappresenta anche la nuova frontiera della didattica e dell’addestramento, se solo si pensa ai simulatori e all’ uso che se ne fa negli ambiti professionali più disparati”

Murabito: “ Ci piacerebbe che anche altre facoltà mostrino l’interesse che ci ha mostrato la facoltà di Lingue verso questo nuovo media, a Catania siamo stati dei pionieri del settore. Se le vendite del compartimento videoludico crescono a dismisura non si dovrebbe prescindere dallo studio di nuove condotte sociali ad esse correlate“

Il laboratorio ha visto anche la partecipazione di un grafico e di un animatore professionista: il Dott. Antonio Vinci e il Sig. Angelo La Farina della “Dokroton entertainment”. Alla fine del corso, il 9 e 10 maggio, gli studenti presenteranno i loro elaborati “creativi” presso la “International House” di via Gisira 59.

Il Dott. Mica e il Dott. Murabito hanno avuto costante contatto con il mondo delle Software House italiane prima e dopo la laurea in comunicazione, collaborando con loro in vari ambiti: Pubblic relation, comunicazione, beta-testing, design, consulenza comunicativa, efficacia comunicativa, managment delle risorse e gestione del personale. Sono recentemente stati relatori con la Dokroton entertainment al M.I.M.O.S. conferenza svolta a Torino l’Ottobre scorso dedicata all’importanza dei simulatori videoludici. Attualmente sono specializzandi in comunicazione d’ impresa all’università di Modena e collaborano a vario titolo per diverse sh italiane.

Promo offerte informatiche, prodotti Asus su: http://www.serviceupgrade.net


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -