Sei all'interno di >> Eventi in giro |

I soldi dei mafiosi a chi lavora!

di Redazione - domenica 3 gennaio 2021 - 394 letture

PARTECIPA ONLINE IL 3 – 4 E 5 GENNAIO SU FACEBOOK E SU I SICILIANI

Basta col precariato, cominciamo la ricostruzione! Idee e azione per una nuova gestione dei beni ex-mafiosi.

Oltre cinque milioni di italiani vivono sotto la soglia di povertà assoluta, nove milioni e mezzo in povertà relativa e altri diciotto milioni a rischio di povertà (Istat 2017), Il Covid peggiora ulteriormente questa situazione e annuncia un 2021 catastrofico per la società e per l’economia.

Eppure, i soldi ci sono. Una percentuale notevole del Pil italiano è preso e immobilizzato dall’economia mafiosa. Una parte di questi capitali è sottoposta a confisca in base alla legge La Torre. Numerose aziende ex mafiose, anch’esse sequestrate, non riescono tuttavia a decollare. I beni immobili sequestrati sono abbandonati. E’ il paradosso italiano dell’antimafia a metà. – ci sono le aziende ex-mafiose; – ci sono migliaia di case, fabbriche e terreni confiscati abbandonati; – ci sono i capitali tolti ai mafiosi; – ci sono i giovani che potrebbero gestire aziende, immobili e capitali; – ma giovani, aziende e capitali non s’incontrano mai.

Dieci anni fa, grazie a don Ciotti, un movimento popolare impose l’applicazione – almeno formale – della legge La Torre. Ma la grande politica, che aveva altri pensieri, lasciò decadere questa occasione. Adesso occorre un altro risveglio, un grande movimento che imponga non solo l’applicazione reale e concreta della legge La Torre, ma anche l’assegnazione dei capitali ex mafiosi a progetti che mettano al centro ricerca, occupazione e dignità del lavoro.

Una colossale startup nazionale che irrompa sulla crisi elettrizzandola, con l’obiettivo concreto di un grande New Deal basato sulla legalità e sul coraggio.

3 GENNAIO
 Coi soldi dei mafiosi
 ore 18:00
 in diretta su I Siciliani giovani
 Idee e azione per una nuova legge di gestione dei beni ex mafiosi.
 Con Luigi Ciotti, Giovanni Abbagnato, Sebastiano Ardita, Claudio Fava, -Nando dalla Chiesa, Salvo Lipari, Ugo Mattei,
 Leoluca Orlando, Pippo Teri. Daniela Freda, Mariangela Di Gangi.

4 GENNAIO
 BENI CONFISCATI, BENI COMUNI
 ore 18:00
 in diretta su I Siciliani giovani
 Le arance di Palagonia. L’avventura dei Siciliani giovani e dell’Arci fra boss, furbastri e Stato addormentato.
 Una piccola storia: l’allegria della libertà.

5 GENNAIO
 ASSEMBLEA
 ore 11:00
 in diretta su I Siciliani giovani
 Un anno dei Siciliani. Montante, Ciancio, le lotte, il giovane giornalismo, -la continuità di un percorso. Pippo Fava, Scidà, D’Urso, ma anche le -decine e decine di giovani compagne e compagni che si sono alternati -lungo questa strada. Ricordo di Lillo Venezia.
 Tutto in diretta su facebook e twich
 www.isiciliani.it/live

JPEG - 206.4 Kb
manifesto 5 gennaio


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -