Gli ambientalisti del Pd si organizzano

Assemblea nazionale il 17 novembre prossimo per gli ambientalisti che hanno deciso di aderire al progetto del Partito Democratico
di Emanuele G. - giovedì 1 novembre 2007 - 3234 letture

GIF - 9.8 Kb
Ambiente

Assemblea Nazionale Ecodem

Roma, 26 ottobre 2007

Care amiche, cari amici,

con le primarie del 14 ottobre è cominciato il cammino del Partito Democratico. L’entusiasmante partecipazione di tre milioni e mezzo di persone mette a confronto questa generosa volontà, e il larghissimo successo di Walter Veltroni, con la prova per vari aspetti non esaltante data in questo periodo dalla politica. Da questo voto del 14 ottobre – guai a non vederlo - arrivano dunque domande di forte innovazione e di profondo, radicale cambiamento della politica. Proprio per questo ora si deve accelerare la costruzione del Pd, dimostrando con i fatti che si sta costruendo un partito davvero nuovo: nuovo nelle idee, nel linguaggio, nella capacità di affermare le ragioni della buona politica.

Quanto ai contenuti programmatici, poi, sarà un partito nuovo il Pd, un partito all’altezza delle sfide del XXI secolo - di ciò siamo testardamente convinti - se metterà l’ambiente al centro della propria politica. Questo era e rimane l’obiettivo degli Ecodem, in nome di questo obiettivo avevamo fatto ogni forzo per rendere il più possibile forte e visibile la presenza degli ambientalisti nell’assemblea costituente. Un numero significativo di ecologisti è stato eletto; ma non c’ è dubbio che il risultato sia stato inferiore alle nostre attese, anche rispetto alla stessa esperienza della lista “Con Veltroni. Ambiente, innovazione, lavoro”, e di questo – delle difficoltà organizzative come degli ostacoli politici incontrati – dovremo discutere. Ma in ogni caso, ora che prende avvio la vera fase costituente, occorre rilanciare l’obiettivo che ci ha portato a dare vita agli Ecodem. In che modo contribuiamo alla costruzione del Pd, sia a livello nazionale che nel territorio? Come facciamo pesare le nostre idee nella definizione del suo profilo politico, culturale e programmatico? Quali forme organizzative adottiamo per dare forza e radicamento alla cultura ecologista nel nuovo partito, evitando di rinchiuderla in una nicchia? Sono queste alcune delle domande che vogliamo mettere da subito al centro della nostra riflessione, riprendendo un cammino unitario di tutti gli ecologisti del Pd.

Pensiamo per tutto ciò che sia utile prevedere fin da ora la convocazione di una assemblea nazionale per sabato 17 novembre a Roma, con inizio alle 10.

Un caro saluto.

Roberto Della Seta

Francesco Ferrante

Gianni Mattioli

Ermete Realacci


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -