Sei all'interno di >> Flash |

Entra nel vivo il progetto "Al Kantara": presentata a Catania la prima rete di volontari e di servizi per i migranti



domenica 26 novembre 2017 , Inviato da Redazione - 692 letture

Con il primo momento di confronto che si è svolto nella mattina del 26 novembre 2017, nella sede dell’Associazione Ashram (Multikulti) in via Landolina, 41, a Catania, entra nel vivo “Al Kantara”, dall’arabo “al-qantara - il ponte", il progetto dedicato alla formazione di 12 giovani siciliani su tematiche relative all’accoglienza e all’integrazione dei migranti.

Erano presenti i volontari di alcune associazioni di settore e i referenti di Save the Children, LILA – Lega Italiana per la Lotta contro l’Aids, CIR - Consiglio Italiano per i Rifugiati, UNSIC – Unione Nazionale Sindacale Imprenditori e Coltivatori, Consorzio Sol.Co – Rete di Imprese Sociali Siciliane, Cooperativa TEAM – Ti Educa a Migliorare, Associazione Don Bosco 2000, Arché Impresa Sociale s.r.l. e l’Associazione La.Mu.S.A – Laboratorio Multimediale di Sperimentazione Audiovisiva.

Durante l’incontro sono stati presentati i servizi che queste realtà offrono ai migranti, così da facilitare quel percorso di collaborazione, confronto e crescita che dovrà dare vita a un network basato su relazioni stabili fra le realtà che operano con rigore nei servizi ai migranti e da più parti sono state sottolineate la necessità di aumentare le occasioni di incontro e di scambio di informazioni tra gli operatori, di confronto fra i giovani italiani e quelli stranieri, e l’importanza di sempre nuove opportunità di inserimento sociale, culturale ed economico.

al_kantara_primo_incontro500px

Con l’occasione è stato presentato il bando pubblico, con scadenza alle ore 20.00 del 2 dicembre 2017, per la selezione di 12 giovani volontari di età compresa fra 20 e 36 anni, in possesso almeno del diploma di scuola media superiore. Loro saranno i veri protagonisti del progetto e dopo un periodo di formazione gratuita a Catania e a Vienna, gli sarà affidato il compito di garantire ai migranti l’accesso alle informazioni fondamentali per favorire la loro integrazione: nasceranno così sei sportelli polifunzionali dedicati ad accoglienza e informazione, politiche attive del lavoro, assistenza personale, fiscale, legale e sanitaria. Inoltre, saranno questi volontari a continuare a far cresce la rete nata oggi, arricchendola con altri soggetti che accoglieranno l’invito di “Al Kantara” e saranno disponibili a lavorare in sinergia in questo neonato network.


Il progetto è finanziato con l’intervento 5 “Giovani in Europa” – Scheda intervento cod. 5 dell’Accordo “Giovani protagonisti di sé e del territorio (CreAZIONI giovani)” dell’Assessorato Regionale della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro della Regione Siciliana.



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Stampa Stampa Articolo
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio
:.: Condividi

Bookmark and Share
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica