Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Movimento |

Emergency: no alla guerra!

L’idea è di stare in piazza e raccontare alla gente chi siamo e quindi ribadire, in modo fermo, il no assoluto alla guerra.

di Donatella Guarino - venerdì 3 novembre 2006 - 4088 letture

Sabato 28 ottobre, a Siracusa – sono stati allestiti contemporaneamente stand in via Tisia, a corso Gelone e a piazza Duomo (nella foto) – c’è stata la giornata nazionale di Emergency, l’associazione nata per dare assistenza alle vittime civili delle guerre e delle mine antiuomo, voluta 11 anni fa da Gino Strada. Abbiamo intervistato Donatella Crucitti. Fondatrice e responsabile dell’associazione a Siracusa, laureanda in Giurisprudenza, un sorriso che non è facile dimenticare, Donatella parla col cuore. Il suo modo di essere e di esserci ad Emergency è tutt’uno con la sua vita…

Oggi in 298 piazze italiane è in corso un’importante iniziativa. Di cosa si tratta?

Siracusa partecipa alla giornata nazionale di Emergency. Ci sarà la vendita del calendario 2007 e la campagna dei tesseramenti. L’idea è di stare in piazza e raccontare alla gente chi siamo e quindi ribadire, in modo fermo, il no assoluto alla guerra. Noi crediamo che la guerra sia una conseguenza naturale dell’intervento monetario. L’unica profilassi per risolvere i problemi legati alla guerra è eliminare la guerra stessa. Il nostro fondatore, Gino Strada, ha più volte riproposto questo tema ed è stato più volte attaccato per le sue idee considerate utopia. Lui ha risposto in modo intelligente e stimolante dicendo che 150 anni fa l’abolizione della schiavitù sembrava un’utopia; 30 anni fa anche risolvere il problema del vaiolo era un’utopia... La cura per guarire le vittime della guerra è eliminare la guerra stessa. Einstein nell’unica conferenza-stampa indetta nella sua vita affermò che la guerra non può essere umanizzata ma solo abolita. Se un genio della storia dell’umanità è arrivato a queste conclusioni altri discorsi sono folli. Il calendario 2007 contiene 12 illustrazioni donate ad Emergency da altrettanti artisti sul tema del no alla guerra. L’offerta di 7 euro serve per finanziare un progetto che l’associazione ha portato avanti in Afghanistan nella parte che è sotto il controllo dei talebani. E’ stata molto coraggiosa la scelta di costruire un ospedale lì.

Spiega un po’ la faccenda del tesseramento…

A partire da oggi è possibile prendere la tessera di Emergency 2007. Costa 20 euro e consente di ricevere un trimestrale, il giornale dove si raccontano le storie dei pazienti, si parla delle attività e dei progetti di Emergency sparsi in tanti posti nel mondo. Inoltre, consente anche di avere degli sconti in alcuni esercizi commerciali che liberamente aderiscono alla causa di Emergency.

Qual è stato l’ultimo impegno dell’associazione?

Tutta l’estate abbiamo attivato numerosi stand informativi; uno al concerto di Jovanotti, anche lui sostenitore di Emergency, ma poi anche a Sortino alla sagra del miele, solo per citare alcune iniziative…

E il prossimo?

Il prossimo impegno è un convegno che si terrà il 10 novembre a Noto dal titolo “Solidarietà motore dell’umanità”; parleremo delle cure delle vittime di guerra e dell’obiettivo fondamentale di Emergency che è una cultura di pace e di solidarietà. Inoltre illustreremo un progetto che ci riguarda molto da vicino: si tratta di un poliambulatorio che è stato aperto a Palermo la primavera scorsa e che offre consulenza e assistenza oculistica e odontoiatrica. Si sta effettuando una raccolta di montature di occhiali e di farmaci di base. Negli stand chi vuole può portare qualcosa… Farmacisti e ottici di Siracusa hanno già aderito, anche l’ospedale ha dato il suo contributo… Per questo progetto facciamo riferimento alla nostra volontaria Adriana Anzelmo, che sta seguendo la raccolta.

A dicembre proporremo, come ogni anno, un incontro pubblico. Abbiamo parlato in passato dell’Iraq, della Cambogia, quest’anno ci occuperemo della Sierra Leone. Ci sarà l’autorevole contributo di Sonia Riccelli che ha un’esperienza molto grande con Emergency.

Per chi volesse sapere di più sulle attività in corso (compresa la vendita del calendario) e per chi volesse avvicinarsi in qualità di volontario le info di Emergency sono: cell. 3490587122

indirizzo mail: emergency.siracusa@libero.it


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -