Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Movimento |

ENI, ferma subito i tuoi crimini!

Abbiamo deciso di portare ENI in Tribunale, perché è una delle aziende più inquinanti al mondo. Chi inquina e devasta il nostro Pianeta deve pagare.

di GREENPEACE - lunedì 28 agosto 2023 - 1058 letture

Alluvioni, siccità, incendi, ondate di calore. Sono i risultati dei cambiamenti climatici e si stanno verificando in ogni angolo del mondo. A pagarne le spese siamo noi e l’ambiente, e la responsabilità è anche di ENI. È una delle aziende italiane più inquinanti al mondo in termini di emissioni di gas serra e il maggior emettitore di CO2 in Italia. E mentre promette di investire in energie rinnovabili, continua a investire pesantemente in gas e petrolio. Ecco perché questa è una Giusta Causa: UNISCITI A NOI!

La crisi climatica è già qui. Ne stiamo sperimentando la violenza e le conseguenze per le persone, gli animali, la biodiversità e persino per la nostra economia. Quando eventi climatici estremi si verificano nel nostro Paese e nel resto del mondo la colpa non è del maltempo, ma del riscaldamento globale causato anche dalle attività di aziende come ENI.

Eppure ENI non solo continua a bruciare gas e petrolio, ma prevede nei suoi piani di investimento un aumento di produzione ed estrazione di combustibili fossili .

Per fermare i cambiamenti climatici dobbiamo fermare i piani distruttivi di ENI.

Le aziende produttrici di combustibili fossili l’hanno fatta franca per troppo tempo. Per un mondo sicuro ed equo, abbiamo bisogno di giustizia climatica e che gli inquinatori paghino per i danni che stanno causando in tutto il mondo.

Nonostante ENI abbia piena conoscenza e consapevolezza della pericolosità delle emissioni di gas serra e dell’impatto che le sue attività hanno sul sistema climatico, continua a puntare sui profitti fatti con le fonti fossili a scapito del clima globale. Nasconde questa politica fossile dietro il greenwashing, rassicura i cittadini provando a compensare le proprie emissioni con soluzioni di dubbia efficacia e rinvia a un improbabile e lontano futuro un taglio serio delle emissioni di gas a effetto serra.

Bugie sulla pelle delle persone e del Pianeta: per questo serve un’azione storica senza precedenti.

Insieme a ReCommon e a singoli cittadini e cittadine, abbiamo citato ENI in giudizio davanti al Tribunale di Roma. Vogliamo che vengano riconosciute le sue responsabilità per la crisi climatica in corso e che venga costretta dai giudici a modificare i suoi piani di investimento e decarbonizzazione, affinché siano in linea con gli accordi internazionali che la stessa azienda ha deciso di seguire e a cui deve essere soggetta.

Non chiederemo alcun risarcimento. Se sarà fatta giustizia, sarà per le persone, il clima… e per l’intero Pianeta.

Per far sentire la tua voce in questa Giusta Causa, FIRMA LA PETIZIONE.


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -