Sei all'interno di >> :.: Rubriche | Sportivamente |

E Serie A fu. Mantenuto appieno l’impegno preso a inizio stagione


La Mam Villa Zuccaro Santa Teresa promossa in Serie A2 con tre turni d’anticipo
giovedì 13 aprile 2017 , Inviato da Orazio Leotta - 566 letture

Festa grande nella comunità ionica di Santa Teresa di Riva e nei paesi viciniori per il grande risultato sportivo raggiunto dalla squadra femminile di pallavolo: la Serie A. Il tanto agognato traguardo giunge con tre giornate d’anticipo grazie anche alla concomitanza di alcuni risultati favorevoli per le santateresine ultimo dei quali la sconfitta fuori casa dell’Aprilia in quel di Casal de’ Pazzi. Già virtualmente promossa da tempo adesso anche l’aritmetica strizza l’occhiolino alle ragazze di mister Jimenez già volate a Montecchio (VI) ove si apprestano a disputare la Final Four della Coppa Italia di categoria.

In settimana alla notizia della laurea in Scienza del Servizio Sociale della palleggiatrice Carlotta Caruso si aggiunge adesso la notizia di un’altra “laurea”, quella collettiva raggiunta da atlete, società, sostenitori e staff tecnico che si laureano appunto campioni nel girone D della serie B1 di volley femminile avendo così la possibilità di giocare l’anno venturo nel girone unico nazionale della serie A2, la vetta più alta della storia della pallavolo santateresina oltre a divenire, nella stagione 2017/18, il team siciliano (sia tra gli uomini che tra le donne) più in alto di categoria.

ragazze in festa dopo una vittoria

Il primo pensiero va a chi ha allestito una campagna acquisti oculata, mirata e senza fronzoli. La società ha messo a disposizione di mister Jimenez e di Gianpaolo Marino, già vincitori insieme di un campionato di B1 anni fa a Pontecagnano, le giuste pedine occorrenti da assestare al fianco delle confermatissime Agostinetto, Bilardi, Caruso, Composto (inizierà a giocare dalla sesta d’andata in avanti) e Pietrangeli.

Il capitano, l’esperta Valentina Rania, fredda, mai in ambasce che ha infuso sempre tranquillità alle compagne, strabiliante anche in fase difensiva oltre che da seconda schiacciatrice; la prima schiacciatrice Jessica Panucci vero e proprio bomber spesso sollecitata tutte le volte che la palla scottava che non si è mai risparmiata per la squadra pagandone sul piano personale conseguenze pesanti causa infortunio al ginocchio dovuto al sovra-affaticamento; la sua naturale sostituta Carlotta Romani che si è calata alla perfezione nella parte non facendo rimpiangere la titolare; la contromano Benedetta Bertiglia che ha mitragliato da prima e da seconda linea, tanto dolce a fine gara in compagnia del suo Dior quanto apparentemente posseduta e in trance agonistica durante le contese; e poi le varie Martina Escher, Valeria Consolo, Federica Cassone, Maria Grazia Triolo, Giulia De Luca, Simona Catalano che hanno contribuito assai al raggiungimento del lusinghiero risultato finale tenendo sempre sul filo della giusta tensione agonistica le presunte titolari oltre a contribuire a cementare un solido gruppo affiatato e di brave ragazze che hanno legato a meraviglia non soltanto tra di loro ma con tutto l’ambiente esterno e la tifoseria, organizzata e non, vero e proprio punto di forza: il collettivo.

Bilardi e Composto

Difesa totale, collettivo, società sana, grande apporto dei tifosi in casa e fuori casa, umiltà, il duo tecnico Jimenez/Marino, la sagacia e la lungimiranza di Andrea Caristi, tante le chiavi del successo, della realizzazione di questo trionfo. E poi il ritorno della figliol prodiga Ambra Composto (col suo ritorno inizia la striscia positiva di 15 consecutive vittorie), le grandi prestazioni della Agostinetto in cabina di regia, le difese impossibili della Pietrangeli, l’affidabilità e concretezza della Bilardi, la serenità contagiosa della Caruso e della Romani, l’elenco potrebbe continuare all’infinito ma i riflettori vanno puntati giustamente su tutte le atlete protagoniste di questo miracolo sportivo le cui gesta rimarranno indelebili nella storia sportiva e non di Santa Teresa, vere e proprie beniamine, eroine, da cittadinanza onoraria. Giusto menzionare anche chi ha fatto parte in stagione di questo meraviglioso gruppo e poi destinato altrove come Matilde Mercieca e Simona La Rosa.

Jessica Panucci

Un dato statistico che risalta più di ogni altro? Nessuna sconfitta per 0-3 e soltanto da una gara, la trasferta di Cassano Irpino (1-3), la compagine santateresina è tornata a casa senza conquistare punti. Un cammino imperioso, composto al momento da 20 vittorie (di cui 15 consecutive) e tre sole sconfitte.

Agostinetto e Cassone


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Stampa Stampa Articolo
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio
:.: Condividi

Bookmark and Share
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica