Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Attualità e società |

Donna Giorgia come il Candido di Voltaire

Fascisti assaltano la Cgil di Roma. Matrice fascista? "Non è questo il punto"

di Adriano Todaro - mercoledì 13 ottobre 2021 - 778 letture

Giorgia, povera stella, è come il Candido descritto da Voltaire. Questo personaggi che malgrado le avversità della vita, rimane un ottimista. Prima deve lasciare l’amata Cunegonda, poi arruolato di forza, accusato di diserzione, frustato, considerato eretico e, alla fine, ritrova la sua amata e, assieme ad altri personaggi, si ritira in una cascina a coltivare l’orto.

Certo, donna Giorgia non è così sfortunata. Anzi. Lei è Giorgia, una donna, una madre, una cristiana e, considerato dov’è arrivata, non può che essere ottimista. Anche davanti alle cose evidenti la donna Giorgia, la madre, la cristiana, non s’accorge di nulla. Pensavo a queste cose dopo aver appreso dell’assalto fascista-squadrista alla sede nazionale della Cgil di Roma. Tutti attendevano la presa di posizione di donna Giorgia e questa, puntuale, è arrivata. Lei, d’altronde ‒ come ripete spesso ‒ è del 1977 e con il fascismo non c’entra nulla. La signora Meloni ha affermato che l’assalto alla Cgil «È sicuramente violenza e squadrismo, poi la matrice non la conosco. Nel senso che non so quale fosse la matrice di questa manifestazione, sarà fascista, non sarà fascista, non è questo il punto. Il punto è che è violenza, è squadrismo e questa roba va combattuta sempre».

E dove ha pronunciato queste chiare e coraggiose parole? In Spagna, domenica scorsa 10 ottobre, all’incontro di Vox un partito di estrema destra, un partito che fa dell’antimmigrazione e dell’antifemminismo la sua cifra. Lei, la nostra candida Giorgia, ha affermato che la famiglia tradizionale è sotto attacco, ha parlato di orgoglio nazionale, di patrioti e tante altre amenità. Poi quando i giornalisti le hanno chiesto dell’assalto alla Cgil, ecco la frase riportata sopra. Sarà stato un attacco fascista? Boh! Chi può dirlo? Del resto che la matrice sia fascista o meno «non è questo il punto».

Capito dov’è arrivata Giorgia, madre? E com’è che fra i 12 arrestati ci sono i due leader di Forza Nuova e un ex fondatore dei Nar? Probabilmente «non è questo il punto». Come non lo era l’inchiesta di Fanpage, il coinvolgimento di Carlo Fidanza e tanti altri episodi che hanno interessato negli ultimi mesi i Fratelli e le Sorelle d’Italia. Sarà anche del 1977, questa inguaribile ottimista, ma forse qualcuno dovrebbe farle capire che il fascismo nel nostro Paese è un reato così come assaltare le sedi democratiche, le stesse cose che hanno fatto al tempo di Mussolini i suoi camerati. Ma lei, già, è del 1977 e non c’entra nulla. Domenica prossima a Roma si vota e il suo candidato Michetti, in questi giorni, non è proprio messo bene. Il quotidiano il manifesto ha tirato fuori vecchi articoli del candidato a governare Roma in cui sosteneva che l’Olocausto godesse più attenzione rispetto alle tragedie della storia perché gli ebrei «sono una lobby capace di decidere i destini del pianeta».

Come avviene sempre nel nostro Paese, dopo aver detto o agito vergognosamente, ci si scusa. Un lavacro generalizzato per non pagare mai dazio. La cristiana Giorgia ha chiesto spiegazioni al suo candidato. Lui, come detto si è scusato, e tutto torna come prima. Nessun provvedimento nei suoi confronti così come nessun provvedimento è stato preso nei confronti di altri militanti del partito della Giorgia.

Lei continua a essere ottimista e anche – ma questo lo diciamo noi – un po’ credulona. Non ha capito ancora la matrice dell’assalto alla Cgil, povera stella! Si fida di quanto le hanno detto Michetti, Fidanza e compagnia varia, vive in un mondo tutto suo dove lei è al centro: una donna, una madre, una cristiana. Ma Giorgia: ci sei o ci fai?

C’è un proverbio romano che così recita: «Perdonà è dda omo, scordassene è dda bbestia». Traduzione: Il perdono è degli uomini, l’oblio è delle bestie. Ecco, Giorgia, l’oblio su quanto è avvenuto nel nostro Paese, sulla Storia del nostro Paese, bisogna combatterlo, chiaramente, senza ambiguità. Anche se si è nati nel 1977.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -