Da oggi per 15 giorni non nominerò più Coso e Cosetta

di Ugo Giansiracusa - martedì 31 marzo 2020 - 373 letture

Da oggi per 15 giorni non nominerò più Coso e Cosetta. Non parlerò di loro. Li ignorerò totalmente. Tanto aprono bocca e pigiano sui tasti solo per richiamare attenzione.

Adesso davvero le loro sparate mi hanno saturato il sistema nervoso simpatico. Quando li sento o leggo mi parte un tic tremendo che assomiglio al buon Lino Banfi dei tempi d’oro.

Per l’occasione ho recuperato sul mercato nero 4 zampe di tavolo da rosicchiare nei momenti di furia.

Dichiaro tregua unilaterale. Metto le mani sulle orecchie e attacco l’antico mantra tibetano "tantonontisento tantonontisento tantonontisento". Che davvero ormai danno i numeri. 1000 con un click! Dice Cosetta. 7 a testa, risponde Coso.

E ti chiedi quale sia la linea politica che seguono. Perché ancora sei convinto che un capo di partito DEVE avere una linea politica. E poi ti ritrovi a dire il rosario come a Radio Maria e capisci che ormai è al di là di ogni possibile critica.

Questi stanno su un altro pianeta e se ancora i loro elettori non lo hanno capito c’è veramente poco che io, misero umano, possa dire, fare, baciare, lettera a testamento per fargli cambiare idea.

Io sottoscritto, in possesso di tutte le facoltà mentali rimastemi dopo 3 settimane di clausura con pupo di 3 anni, dichiaro che tranne serissime motivazioni (improbabili dai due buffoni) ignorerò ogni loro provocazione e insulsa dichiarazione.

Non meritano la mia attenzione. E so che è difficile. Come ignorare di aver pestato un escremento di balenottera azzurra mentre cammini scalzo sulla spiaggia di Acapulco. Ma so che è giusto così.

Loro vogliono la mia indignazione e la mia rabbia? Avranno solo silenzio e indifferenza.

Sarà dura. Durissima. Voi aiutatemi. Evitate di postare a raffica cose lì riguardano.

O il mio sistema nervoso diventa antipatico.

15 giorni. Poi rinegoziamo la tregua.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -