Sei all'interno di >> :.: Culture | Libri e idee |

Cose che non dimentico...

Qui nel girone invisibili, per un capriccio del cielo, viviamo come destini e tutti ne sentiamo il gelo. Il gelo.

di Piero Buscemi - mercoledì 14 gennaio 2009 - 4800 letture


- Ritrovare un plettro consunto,
- in un vecchio distratto cassetto
- E provare ad accostarlo ad un ricordo
- Disegnando bocche di rosa
- Dentro un’agenda trascurata,
- Nelle ore dei precetti coatti

- Sognavo impunemente
- Occhi grandi, color di foglia
- Da incrociare e da tenere per mano
- Tra intervalli di rifiuti puerili
- Inoltrandomi in un’aria spessa
- Carica di sale, gonfia di odori

- Ascoltare in silenzio, nenie adulatrici
- Lungo le sponde di un altro torrente
- In attesa di lucci argentati
- Portati in braccio da nuove solitudini

- Vorrei dire ora le stesse cose
- Assorbendo nostalgia
- Da due occhi enormi di paura
- Ma non mi servirà più a niente,
- Non mi servirà, che per piangere su quegli occhi
- Che nessuno più smetterà di cantare

- Ma adesso che viene la sera
- La terra forse, non è stata mai tutta nostra
- Non riusciamo più a farne una giostra
- Tra anni che passano, i mesi
- E provare a contare anche i minuti
- Sembra di sentirlo ancora

- Chiederò ancora come si chiama il mio cane
- Provando a credere di restare libero
- E sarà bello illudersi che quel plettro consunto
- Sia stretto ancora tra le dita
- Di Fabrizio De André


- Ci sono 1 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Cose che non dimentico...
24 gennaio 2009

Buscemi e’ un gigante della poesia contemporanea.