Sei all'interno di >> Flash |

Corinaldo: tragedia in discoteca, 6 morti

di Redazione - sabato 8 dicembre 2018 - 1774 letture

Sei persone sono morte travolte dalla calca durante un fuggi fuggi generale nella discoteca ’Lanterna azzurra’ a Madonna del Piano di Corinaldo (Ancona), provocato, secondo alcune testimonianze, dall’uso di uno spray urticante. Le vittime sono cinque minorenni: due ragazze del 2004 di Senigallia, un ragazzo del 2002 di Ancona, un ragazzo e una ragazza del 2003 di Fano, e la madre (del 1979) di una ragazzina che era lì insieme al marito per accompagnare la figlia (anche loro di Senigallia).

Bollettino medico: 7 in codice rosso in pericolo di vita

"Abbiamo attivato subito il Piano di emergenza e l’Unità di crisi. Alle ore 7 erano pervenuti 7 codici rossi, due ragazze e 5 ragazzi tra i 14 e i 20 anni per trauma cranico o toracico tutti ricoverati in rianimazione. Una ragazza in codice giallo ancora in valutazione clinica. Tre ragazze e un ragazzo tra i 14 e 23 anni sono in codice verde con traumi degli arti di cui uno poco dopo dimesso. I 7 in codice rosso sono da considerarsi in pericolo di vita ma in condizioni stabili".

Tanti giovanissimi al concerto di Sfera Ebbasta

Nel locale, molto grande, c’era almeno un migliaio di persone, arrivate per ascoltare un concerto di Sfera Ebbasta, trapper popolare tra i giovanissimi, che dopo la tragedia ha espresso su Instagram il suo cordoglio: "Sono addolorato" ha scritto, defindendo "pericoloso e stupido usare lo spray" . Secondo i primi accertamenti intanto pare siano stati "venduti dalla discoteca più biglietti di quanti il locale potesse contenere", ha detto il comandante provinciale dei carabinieri Cristian Carrozza parlando della tragedia.

Il panico e il fuggi-fuggi

Il panico si è diffuso tra mezzanotte e l’una, prima dell’inizio del concerto. Alcuni dei feriti ricoverati all’ospedale di Torrette hanno raccontato di avere sentito un odore acre e di essersi precipitati verso una delle porte di emergenza. Il locale, secondo una prima ricostruzione, ha 3 uscite di sicurezza: una di queste dà su un ponticello che attraversa un piccolo fossato e collega la discoteca al piazzale del parcheggio. La tragedia è avvenuta in quel punto: quando i ragazzi sono usciti di corsa dal locale, decine di loro si sono accalcati per passare sul ponticello fino a quando una balaustra ha ceduto. I primi ragazzi sono così finiti nel fossato, un metro sotto il ponticello, e sono stati schiacciati da tutti gli altri.

"C’era un’uscita di sicurezza con scale che hanno ai lati delle ringhiere e delle siepi: stiamo verificando perché hanno ceduto sulla pressione dei ragazzi, che sono caduti per circa 1 metro e mezzo", ha detto il comandante provinciale dei carabinieri, Cristian Carrozza, che con gli specialisti del Ros sta operando dentro e fuori dal locale alla ricerca di elementi utili a ricostruire quanto è accaduto.

Il Questore di Ancona a Rainews24: hanno ceduto i parapetti all’uscita

Ai microfoni di Rainews24 il Questore di Ancona Oreste Capocasa smentisce che la porta fosse sbarrata. "Hanno ceduto i parapetti che si trovavano all’uscita. Le persone sono cadute e sono state schiacciate dalla folla".

Investigatori: numero dei presenti superiore a quello consentito

Gli investigatori stanno lavorando per accertare quanto persone erano nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo durante il concerto: “Venduti 1400 biglietti a fronte di una capienza di 870 persone” ha detto il pm capo della Repubblica di Ancona Monica Garulli che ha effettuato un sopralluogo. I titolari della discoteca sono stati già sentiti.

L’inchiesta si sta muovendo due due fronti, con diverse ipotesi di reato. Da un lato, si indaga su chi ha spruzzato lo spray al peperoncino; dall’altro sul sovraffollamento e sulle misure di sicurezza della discoteca. Secondo i primi accertamenti pare fossero stati venduti ben più di mille biglietti, a fronte di una capienza della discoteca di circa 800 posti.

Fonte: RaiNews.



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -