Sei all'interno di >> GiroBlog | Spazio precario |

Controlli e rispetto delle regole

CONTROLLI E PREVENZIONE - CULTURA E RISPETTO DELLE REGOLE. OGNUNO FACCIA LA SUA PARTE. Viareggio 21 aprile 2007.
di Letizia Tassinari - sabato 19 maggio 2007 - 1395 letture

Viareggio 21 aprile 2007 CONTROLLI E PREVENZIONE - CULTURA E RISPETTO DELLE REGOLE. OGNUNO FACCIA LA SUA PARTE

Sono in giuoco la dignità delle persone e la sicurezza del e nel lavoro in tutte le imprese, della Darsena e non solo. Quelle stesse prestigiose aziende della nautica viareggina troppo spesso interessate solo a fare profitti e speculare sulle concessioni delle aree pregiate del porto, ed in grado solamente di ricattare e di disattendere gli accordi sottoscritti con il sindacato ed amministrazione comunale, ora mostrano tutte le carenze sul tema della sicurezza.

Si tratta di una vertenza generale che ridisegnerà il futuro stesso della città di Viareggio e nella quale sarà necessaria la solidarietà e l’impegno di tutte le lavoratrici e dei lavoratori e di tutta la cittadinanza. I ripetuti infortuni, fino all’ultimo mortale di un ragazzo di soli 23 anni, la conseguente discussione in un consiglio comunale aperto, hanno messo in evidenza una situazione di estremo degrado ed una grave carenza di adeguati controlli. Dove è l’occupazione di qualità che era stata promessa? Dove è lo sviluppo?

Precarietà, ambienti nocivi, lavoro nero, paghe da fame, lavoro a ore, caporalato, appalti e subappalti selvaggi, sfruttamento di migranti, ponteggi fatiscenti, impianti di aspirazione malfunzionanti. Un elenco infinito, una irregolarità diffusa e profonda, denunciata da tempo. Un esempio di inciviltà incompatibile per una città come Viareggio, e sulla quale non sarà possibile costruire alcun futuro. Nessun ricatti dalle aziende e tutele e diritti per tutti.

DI questo si è dibattuto sabato 21 aprile a Viareggio nella Sala Barsanti della Croce Verde in presenza di autorevoli voci, con i lavoratori, le forze politiche, le associazioni, visti i 1300 morti sul lavoro nel 2006, 4 morti sul lavoro al giorno e gli infortuni denunciati e non.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -