Sei all'interno di >> :.: Culture | Cinema - Visioni |

Cineforum Cinema Vittoria di Alì Terme (Me) 2018

Al via oggi, 24 ottobre 2018, la sezione autunnale.
di Piero Buscemi - mercoledì 24 ottobre 2018 - 885 letture

1-55 2 3-42

Atteso sempre con molta trepidazione, si rinnova l’appuntamento autunnale del Cineforum presso lo storico Cinema Vittoria di Alì Terme, la piccola cittadina della riviera jonica messinese che, ormai da oltre quaranta anni, offre agli appassionati del comprensorio la possibilità di potere assistere alla proiezione di film di altro interesse e livello culturale, estratti dai programmi delle più blasonate kermesse cinematografiche internazionali.

Orazio Leotta, curatore della scelta dei film, collaboratore della nostra testata giornalistica, di recente di ritorno dalla Biennale di Venezia, ha proposto anche in questa occasione dei titoli di particolare intensità, già protagonisti di numerosi festival. Potremo ammirare le opere di registi affermati e di spessore, tra i quali segnaliamo Ridley Scott, Steven Spielberg e il nostro Matteo Garrone. Tra gli attori, potremo gustarci le interpretazioni di Christopher Plummer (Tutti i soldi del mondo), Tom Hanks (The Post) e Daniel Day-Lewis (Il Filo Nascosto), per citarne qualcuno.

Si inizierà oggi, alle ore 17.00, con repliche alle 19.15 e 21.30, con il film di Rachid Hami, La Melodie, in concorso alla 74ma Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Il film tratta la storia di un violinista disoccupato, legato al suo strumento, dal quale non riesce in ogni caso a distaccarsi. Una proposta di lavoro presso un istituto scolastico dedicato a ragazzi disagiati, cambierà la sua vita, grazie anche al contatto con un alunno particolare, talento nascosto da sostenere.

Elenchiamo di seguito, i film in programma:

- 24 ottobre "La melodie" di Rachid Hami (Fra, 2017, drammatico, 102 min.)

Simon è un violinista disoccupato e disilluso, che continua a suonare il suo strumento per inerzia, più che per passione. A cambiargli la vita sarà l’offerta di ingaggio di una scuola media per ragazzi disagiati. Tra i suoi allievi incontrerà un talento naturale, Arnold, che Simon prenderà sotto la sua ala protettrice.

- 30 ottobre “Tutti i soldi del mondo” di Ridley Scott (Usa, 2017, biografico, 132 min.)

Luglio 1973, Johm Paul Getty III, nipote sedicente del magnate del petrolio Jean Paul Getty, viene rapito a Roma da una banda criminale calabrese, che chiede alla famiglia un riscatto di 17 milioni di dollari. Gail, la madre del ragazzo, si rivolge a nonno Jean Paul, il quale rifiuta categoricamente di pagare. Da quel momento una triangolazione fra Gail, che insiste per portare in salvo suo figlio, il miliardario che non cede alle richieste dei rapitori e un ex agente della CIA, Fletcher Chase, negoziatore esperto nel recuperare uomini e cose.

- 7 novembre “The Post” di Steven Spielberg (Usa, 2018, biografico, 118 min.)

Convinto che la guerra condotta in Vietnam dal suo Paese costituisca una sciagura per la democrazia, Daniel Ellsberg, economista e uomo del Pentagono, divulga nel 1971 una parte dei documenti di un rapporto segreto, 7000 pagine che dettagliano l’implicazione militare e politica degli Stati Uniti nella guerra del Vietnam. Un’implicazione ostinata e contraria alla retorica ufficiale di quattro presidenti.

- 14 novembre “Il filo nascosto” di Paul Anderson (Usa, 2018, drammatico, 130 min.)

Ambientato nella fascinosa Londra del dopo guerra, negli anni ’50, il rinomato sarto Reynolds Woodcock e sua sorella Cyril sono al centro della moda britannica, realizzando vestiti per la famiglia reale, star del cinema, ereditiere, debuttanti. Le donne entrano ed escono nella vita di Woodcock, dando ispirazione e compagnia allo scapolo incallito, fino a quando non incontra una giovane e volitiva donna, Alma, che presto diventa parte della sua vita come musa ed amante.

- 21 novembre “50 primavere” di Blandine Lenoir (Fra, 217, commedia, 89 min.)

Aurore è separata, ha appena perso il lavoro e scopre che presto diventerà nonna. La società la spinge a farsi gentilmente da parte ma, quando per un caso ritrova il suo amore giovanile, Aurore decide di opporre resistenza.

- 28 novembre “La casa sul mare” di Robert Guediguian (Fra, 2017, drammatico, 107 min.)

In una piccola baita vicino Marsiglia, si trova la bellissima villa di proprietà di un uomo anziano, che sta vivendo i suoi ultimi giorni di vita. I suoi tre figli decidono di riunirsi intorno a lui. L’arrivo in barca di un gruppo di persone metterà in subbuglio il loro equilibrio.

- 5 dicembre “Dogman” di Matteo Garrone (Ita, 2018, drammatico, 100 min.)

Marcello ha due grandi amori: la figlia Alida e i cani, che custodisce con la dolcezza di un uomo mite e gentile. Il suo negozio di toelettatura, Dogman, è incastonato fra un "compro oro" e la sala bigliardo-videoteca di un quartiere periferico vicino al mare. In quel contesto di degrado, l’ex pugile Simone, che intimidisce e taglieggia i negozianti del quartiere, instaura un rapporto di ambigua collaborazione, come di un pesce pilota accanto al suo squalo.

- 12 dicembre “C’est la vie prendila come viene” di Toledano e Nakache (Fra, 2017, commedia, 112 min.)

Gli autori di "Quasi Amici" tornano al cinema con la loro opera più riuscita, una commedia che ruota intorno a un matrimonio in un magnifico castello poco fuori Parigi, la cui organizzazione si rivelerà più complicata del previsto.

Il filo conduttore di questa edizione, dalla lettura dei brevi incipit dei film sembra essere il riscatto. Quello sociale, che da situazioni disperate e di disillusione, riesce a riportare l’essere umano a livelli più consoni al suo bisogno di integrazione nella società. L’incontro casuale ed inaspettato con altri personaggi della vita, costringe l’uomo a guardare oltre il proprio egoismo, prendendo coscienza che, spesso, nel momento stesso in cui la disperazione porta ad un sentimento di abbandono, ritrovarsi a rappresentare un punto di riferimento nei confronti del prossimo, concede un’opportunità per se stessi, e per coloro che incroceranno questo comune destino, di riscatto. Appunto...


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -