Sei all'interno di >> GiroBlog | Linking |

Chi rimase sconosciuto a Woodstock

C’erano Hendirx, Joe Cocker, c’era Richie Havens e Santana... ma c’erano anche artisti che rimasero sconosciuti...

di Sergej - sabato 15 agosto 2009 - 1932 letture

Ne scrive Silvia Boschero su L’Unità, in questi giorni di anniversario di Woodstock festival della musica e della libertà dei corpi, dei giovani e di un mondo "verde". Ed è forse uno dei modi migliori per "non dimenticare". Non dimenticare i miti che si sono creati e non dimenticare chi il carro della fama e del pop non riuscì ad acchiappare.

Scrive Boschero: "Non fu una manna per tutti a Woodstock. Ad esempio per i Quill, popolari nella zona di New York e del New England, che aprirono la giornata di sabato suonando per ben quaranta minuti ma non finirono neppure nel film per un problema di sincrono tra audio e video. Stessa sorte per il folk singer Bert Sommer, che suonò il primo giorno dopo l’Incredible string band o per la band dell’inglese Keef Hartley, che pur aveva rimpiazzato molti anni prima Ringo Starr alla batteria del gruppo Storm and The Hurricanes. Né bastò, agli Sha-na-na, con il loro rock’n’roll, finire anche nel film."

A questi sconosciuti, che pure hanno contribuito a "fare Woodstock" è dedicato questo nostro articolo.


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -