Sei all'interno di >> GiroBlog | Centro Studi Est Europa |

BULGARIA: "Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri” G. Orwel

Cultura e ricordo nell’emozionante articolo invatoci dalla Dr.ssa Dora Nikolova Bittau
di Emanuele G. - lunedì 18 dicembre 2017 - 2742 letture

Premessa:

In Italia, G. Fini si è giocato la sua carriera politica, perchè una casa regalata al suo partito, se l’ha comprata il suo cognato. Noi bulgari siamo molto più inventivi. La casa, che il grande cantante lirico – Boris Hristov l’ha regalata alla Bulgaria, con lo scopo di diventare “Accademia” per i giovani talenti – cantanti lirici, è diventata “Istituto Bulgaro di Cultura a Roma” . Attuale direttore dell’Istituto è dott.ssa Jana Yakovleva, persona con grande risorse. Lei è come un carro armato, può sfondare tutte le porte istituzionali. Ecco perchè, la sua attività *privata* “Festa del Cinema Bulgaro a Roma”, ha preso il volo, (con i soldi dei contribuenti bulgari) sotto patrocini diversi, pure del Consiglio dei Ministri Bulgari…, ed è diventata attività principale dell’Istituto.

Nelle pagine di Facebook dell’Istituto, solo lei può decidere chi può essere presentato. “Festa del cinema…” ormai da tanto è passata, ma la sua pubblicità sulla prima pagina di Facebook dell’Istituto, è rimasta incantata… La direttrice nel frattempo svolge altra attività *privata* in Bulgaria – fa casting per film italiano, forse ha preso una vacanza gratis. Che fine hanno fatto i cantanti? Come fumo negli occhi, ci dovrebbe essere qualche cosetta, anche per loro….

Forse brulicano giovani scienziati bulgari, al quale nome una delle più importanti università del mondo, ha istituito borsa di studio?! Forse sono molti artisti bulgari, vincitori ai concorsi mondiali, e senza fare rumore intorno a se, i quadri di loro sono commissionati da posti pubblici, e non passati come regali diplomatici*. Di queste persone, che hanno scelto come compagno di viaggio il silenzio, non c’è posto nel Facebook dell’Istituto. La Yakovleva, non ha bisogno di loro, lei è riverente solo davanti ai grandi, con gli altri, che non le servono, può essere anche brutale.

*Ad un 24 maggio, nella nostra ambasciata a Roma, ministro della cultura bulgara, tra l’altro scultore, ha detto con soddisfazione e orgoglio, che finalmente, con molta fatica diplomatica, è riuscito ad introdurre negli Uffizi di Firenze, opere di artisti bulgari.

Da molta modestia, non ha detto, che una di essi, è opera sua. Nel Louvre di Parigi lui ha accompagnato per una mostra il più grande gioiello, che ha la Bulgaria - il tesoro tutto d’oro degli antichi Traci. In questo caso, lui ha fatto regalo “diplomatico”, la sua opera, che il Louvre non poteva rifiutare.

"Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri” G. Orwel

Questa dama, con ciuffetto blu, con il gusto molto raffinato (foto da internet) è Jana Yakovleva, ed è la promotrice della cultura bulgara in Italia, cioè è la direttrice dell’Istituto Bulgaro di Cultura a Roma. La casa, dove è collocato l’Istituto, il grande cantante Boris Hristov /Boris Christoff/ l’ha regalata alla Bulgaria, con lo scopo di diventare Accademia per i giovani cantanti, con esplicito talento. Adesso sembra, che gli studenti dell’Accademia li possiamo cercare con la trasmissione “Chi li ha visti”. Nella pagina Facebook dell’istituto, non c’è traccia di loro. I larghi spazi sono occupati prevalentamente da pubblicità ripetitiva, per la Festa del Cinema Bulgaro a Roma, anche se, gli eventi sono passati. Ah! Cinema, la mia passione di bambina, che ho coltivato tutta la vita! Il cinecenter di Sofia-Boyana, è diventato la mia casa. Io non solo lavoravo lunghi anni li, prima nello studio di cartoni animati e dopo nello studio di film a lungometraggio, ma anche abitavo li. Per la prima edizione della Festa del cinema bulgaro, sono stata entusiasta, sono tornata nei tempi, quando lavoravo nel cinema. Siccome nella sala c’erano poche persone, non ho visto giornalisti, e così, ho scritto un articolo per l’evento, muovendomi dall’appartenenza a questa arte collettiva, e voglia di dare un appoggio, ai miei colleghi.

Jana e il suo collaboratore (toy boy) mi hanno chiesto di scrivere un altro articolo, per “Sofia saluta Roma” e ho pubblicato anche questo. Per il mio affetto verso Jana, nel mio articolo per il film “Zarevo nad Drava”, ho inserito la foto di suo padre, che ammiro, dove lui non aveva una parola, ignorando altri attori, con grandi ruoli. “Zarevo nad Drava” /Dawn Over the Drava/ è stato il piu grande e difficile film, prodotto nel cinecenter bulgaro, dove sono stata unica costumista di oltre 300 attori e comparse 8000. Attori professionisti volevano partecipare ad ogni costo, anche solo come figuranti . Ho chiesto alla signora Yakovleva, tramite le pagine di Facebook del istituto, se è possibile di dare la notizia, per la perdita di Andrea – ricercatore bulgaro a Google, San Francisco. Pensavo, che questo Facebook non è privato, è di tutti i bulgari, che hanno ricevuto riconoscimenti mondiali in diversi campi.

Signora Yakovleva ha rifiutato di mettere una notizia nella pagina Facebook per un giovane scienziato bulgaro, perché “tristi notizie, non si possono mettere su Facebook”, e che l’attività di Andrea “si è svolta prevelentamente a Londra!!!??? La Signora usa Facebook , usa anche Google, creati dai ragazzi, che non svolgono le loro attività, vicino alla sua gonnelina.

Andrea è nato a Sofia, ha studiato nelle più importanti università al mondo, per la scienza di computer – UCL-Londra, Berkeley – California, Stanford – San Francisco, ottenendo dottorato e postdottorato, ha lavorato alla Silicon Valley, e Google di San Francisco In UCL – Londra, è costituita *borsa di studio in nome di Andrea Bittau*.

Lui divulgava le proprie ricerche scentifiche, ogni anno, in diversi congressi mondiali.

Nel 2016, Andrea presentava con università di Stanford le sue ricerche a Giappone, Argentina, Corea del sud, ed in altri posti.

Da 8 mesi dopo che ci ha lasciato, Andrea continua di accumulare riconoscenze dal mondo scientifico - Al Simposio SOSP – 2017 dal 28 – 31 ottobre a Shanghai, Cina, è stato presentato il progetto scientifico del quale Andrea è autore, dal suo manager U. Erlingson di Google San Francisco, dove lavorava.

Andrea aveva tante vite parallele: è stato virtuoso pianista, pilota professionista di aerei, anche acrobatici, esploratore del mondo. Ha lavorato anche a Sofia.

La sig.ra Yakovleva non ha capito, che la scienza dei computer è planetaria, non è chiusa in una gabbia, come certi cervelli, che non vedono più lontano dal proprio orticello, propri interessi, proprio business. Andrea era estremamente modesto, mai si vantava, non parlava del suo lavoro, non sceglieva amici, secondo il ceto sociale, era una mente aperta. Non so nemmeno, se gli piacesse questa mia richiesta.

Padre di Andrea è italiano. Subito dopo incidente, è arrivata e-mail dal consolato generale italiano a San Francisco, dove non conosciamo nessuno, e sono rimasta stupita, come hanno scoperto la mia e-mail. Loro ci offrivano qualsiasi appoggio. Ci hanno dato tutti i telefoni necessari, dicendo, che la loro assoluta priorità e di essere a nostra disposizione per aiutarci. Italiani ci hanno dato grande esempio di umanità. Grazie, Italia!!!

Non posso che non fare un paragone, con i rappresentanti del mio paese. Dalla nostra ambasciata a Roma, dove mi conoscono, e dove negli anni ho fatto diverse mostre, è arrivato un silenzio tombale. Queste persone non mi possono impedire, di sentirmi bulgara! Mio amico Ilia Peikov un giorno mi ha detto: “non posso capire i miei connazionali…”

Ad una festa nella casa del celebre Boris Hristov, lui ha detto: “Tutto lo devo ai miei genitori e all’Italia” Ha dimenticato di dire Bulgaria? Il più famoso artista bulgaro - “Cristo”, nemmeno vuole parlare bulgaro, eccetto che con i suoi parenti

Le mali lingue dicono, che la prima attività “imprenditoriale” di Jana in Italia è stata, di portare ragazze escort dalla Bulgaria in Italia. (come se, queste italiane non bastavano). Sarò contenta, se qualcuno lo smentisce. Mi sono chiesta a lungo, non ci sono concorsi per il direttore della IBC a Roma, perché non si chiama “Accademia”, nel nome del grande Boris Hristov, Perchè è calpestata la sua volontà, perché lo stato dovrebbe finanziare gli affari privati di Jana – “Festa del cinema bulgaro a Roma”, e non “L’Accademia Boris Hristov”. Di questi questioni qualcuno deve rispondere.

Boris Hristov guarda severo dal muro e forse si domanda: “Che cosa è diventata la mia casa? Ristorante, o casa di divertimenti? E chi paga il conto? Quelli in Bulgaria, che non possono arrivare alla fine del mese e devono trafficare nei cassonetti dell’immondizia?...”

Per noi, che avevamo la fortuna di conoscere il grande maestro, e per i cultori della musica, la casa di Boris Hristov è un tempio, un posto sacro. Non è ne albergo, ne ristorante, non è la casa per divertimenti, Con spirito religioso dobbiamo osservare la sua volontà.

- Foto:

La foto di copertina è presa dal sito https://i2.wp.com/giovaniadestra.it, mentre le foto allegate al presente articolo sono state fornite dall’autrice Dr.ssa Dora Nikolova Bittau


Rispondere all'articolo - Ci sono 1 contributi al forum. - Policy sui Forum -
BULGARIA: "Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri” G. Orwel
18 dicembre 2017, di : Valerio

mi sembra molto interessante aver portato in evidenza una realtà non conosciuta. L’Arte, in tutte le sue espressioni deve sempre sovrastare i miseri interessi umani. Brava alla Dott.ssa Dora per la sua calorosa esposizione in favore della Cultura.
Versione per la stampa Versione per la stampa
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Documenti allegati
14468254_10209337470906588_2364238771307384664_o-AC

Intanto, in barba di tutti i poveracci della Bulgaria, mi pagano loro… meritano rispetto! Io mi godo la dolce vita romana, mi sento la diva del cinema, e non posso senza Ferrari

Boris Hristov guarda severo dal muro e forse si domanda: “Che cosa è diventata la mia casa? Ristorante, albergo, o casa di divertimenti? E chi paga il conto? Quelli in Bulgaria, che non possono arrivare alla fine del mese e devono trafficare nei cassonetti dell’immondizia?..

12938280_10206574001004520_7230931537790681546_n

:.: Ultimi messaggi pubblicati nei forum
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica