Sei all'interno di >> :.: Rubriche | Sportivamente |

Ashleigh Barty lascia il tennis da numero 1

Un annuncio inaspettato ha colto di sorpresa il mondo del tennis professionistico.

di Piero Buscemi - mercoledì 23 marzo 2022 - 1222 letture

Se questo annuncio, il ritiro, lo avesse fatto Roger Federer, con dispiacere ma senso della realtà legata ai suoi oltre 40 anni di età e con degli infortuni seri subiti negli ultimi tempi sarebbe stato accolto con una giustificata rassegnazione. A 25 anni, età della campionessa australiana, sorprende più del dovuto, nonostante le soddisfazioni personali e i successi di prestigio conseguiti nella breve carriera di Ashleigh Barty.

Un’atleta che lascia il segno nel panorama sportivo in genere per la sua capacità di rimanere nell’ombra al cospetto di personaggi del tennis femminile, meno vincenti ma sicuramente più appariscenti, dove a dirla tutta le doti atletiche hanno spesso lasciato ampio spazio all’esternazione della bellezza femminile e ai pettegolezzi legati ad amori veri o presunti con altri protagonisti maschili di questo sport.

La Barty rientra invece e, ci concediamo la licenza, a pieno merito, tra quelle atlete che hanno esternato la parte più sportiva sui campi, dimostrando una superiorità tecnica e agonistica che le ha consentito di raggiungere traguardi che altre colleghe, da più anni sul circuito, non hanno neanche sfiorato.

Ventisei anni il prossimo 24 aprile, statura normale di un metro e sessantasei centimetri, corporatura robusta a fronte dei suoi 62 kg dichiarati, si è aggiudicata tre dei quattro tornei slam, ambiti da qualsiasi tennista nel corso della propria carriera. Roland Garros nel 2019, Wimbledon nel 2021 e gli Australian Open quest’anno, le manca il successo agli US Open dove ha raggiunto soltanto il quarto turno come miglior risultato, consolandosi con la vittoria in doppio conseguita nel 2018 in coppia con la statunitense Coco Vandeweghe.

Sarà stato il successo in casa a Melbourne a farle prendere questa decisione? Forse non lo sapremo mai. Sarebbe come immaginare il nostro Berrettini in campo maschile aggiudicarsi gli Internazionali d’Italia in programma a Roma il prossimo maggio e annunciare subito dopo il ritiro dal circuito. Situazione poco probabile, ma che fà riflettere su come questo sport rappresenti una difficile e impegnativa prova di resistenza, più legata all’aspetto mentale che a quello fisico.

Sentirsi appagata dopo essersi aggiudicata lo slam di casa può avere inciso sulle sue scelte di vita, di sicuro nulla da rimproverarle considerando lo stress continuo che una tennista deve sobbarcarsi in tutta la carriera, tra viaggi, allenamenti durissimi, concentrazione mentale al limite di una giocatrice di scacchi. Il tutto ripetuto per anni, specialmente quando puoi vantare successi che il pubblico si aspetta di vedere confermati nell’immediato futuro.

Ci sembra, almeno in parte, di rivedere la storia tennistica di Bjorn Borg, il campione svedese che annunciò il ritiro a ventisei anni, nonostante una carriera di successi e con prospettive per il futuro che gli avrebbero sicuramente regalato altre soddisfazioni. Borg qualche anno dopo provò pure a ritornare nel circuito ma l’esperienza non è certo una di quelle da ricordare.

Non sappiamo se la Barty seguirà l’esempio del campione svedese e se nei prossimi anni, o magari anche mesi in caso di un clamoroso ripensamento, la ritroveremo iscritta nei più importanti tornei dove ha saputo lasciare la più classica delle tracce indelebili di questo sport. Le auguriamo di trovare gli stimoli giusti per dedicarsi ad altre priorità e passioni, trovando le stesse motivazioni e successi anche nella sua vita privata.

Di sicuro, si prospettano dei risvolti rivoluzionari nel settore femminile del tennis che, come abbiamo potuto constatare, dopo il dominio assoluto di Serena Williams, aveva trovato nella Barty una possibile erede con una certa stabilità e continuità di risultati che in campo femminile rimane sempre aleatoria. La polacca Iga Swatiek, attuale numero 2 del mondo e recente vincitrice degli Indian Wells, starà già pregustanto la conquista della prima posizione, fino a ieri non così scontata, alla tenera età di poco più di venti anni.

JPEG - 78.4 Kb
Ashleigh Barty (Foto prelevata dal sito di Eurosport)

I tag per questo articolo: | |

Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -