Sei all'interno di >> GiroBlog | lezioni di storia e filosofia |

Appunti di storia del XXI secolo

Il XXI secolo inizia con il 1989. Qui termina il Novecento e inizia il nuovo secolo.
di Sandro Letta - lunedì 16 marzo 2020 - 563 letture

Il XXI secolo inizia con il 1989. Qui termina il Novecento e inizia il nuovo secolo. A differenza di altri prima/dopo che sono stati utilizzati dalla storiografia, questo è un prima/dopo che riguarda la storia umana generale (SUG) e non solo una parte dell’umanità (negli ultimi tre-quattro secoli, l’Europa e i suoi connessi).

Fare una storia umana generale per chi proviene dalla pratica delle storie nazionali ha un certo grado di difficoltà, non solo per l’ampiezza e il maggior numero di fonti e di dati che lo storico deve saper maneggiare. Per lo storico si tratta di avere sempre dei punti di riferimenti, delle idee o concetti “cardine” attraverso i quali - attraverso le cui lenti: deformanti e amplificanti nello stesso tempo, dunque ambiguamente portatori di verità/bugia - analizzare i dati e provare a dare una sintesi. Sappiamo che non siamo in grado di vagliare tutti i dati; che ciò che leggiamo dei pochi dati che conosciamo è spesso distorto; e nonostante tutto questo ci proviamo lo stesso. Invitiamo chi ci legge a tener conto della sincerità del nostro sforzo e auguriamo loro di andare più avanti e/o diversamente avanti rispetto a quanto siamo stati in grado di fare noi.

Questi nostri appunti inoltre sono viziati dal fatto di essere fatti da chi ha vissuto nella parte finale del Novecento, dunque di detenere ancora idee e condizionamenti (una lingua) propria di un’epoca trascorsa. E attraverso idee e concetti di qualcosa che è ormai morto, mettersi a vedere qualcosa di altro (non tutto di quello che vediamo siamo in grado di comprendere) che diviene e cambia sotto i nostri occhi (e questo divenire, che sarà solo in un futuro prossimo in cui noi non ci saremo più) e che non siamo in grado di intercettare.

Questi ed altri avvertimenti sui limiti del nostro lavoro (e sui limiti del lavoro di qualsiasi storiografia) li sottolineeremo nel corso dell’opera. Proprio perché abbiamo vissuto quegli anni a cavallo tra le due epoche (il Novecento tardo e quel che è accaduto dopo e che ha costituito l’inizio del Ventunesimo) attribuiamo così tanta importanza al 1989. È probabile che “dopo”, al termine del Ventunesimo, quella data e quegli eventi che ruotano attorno, risulteranno persino risibili o comunque marginali; altri eventi, che oggi non siamo in grado di vedere, risulteranno altrimenti importanti. Per noi il 1989 ha l’importanza di uno spartiacque, tra due epoche appunto -.

Tra il 1917 e il 1989 la storia generale ha vissuto la presenza della formazione di uno Stato continentale, capace non solo di una politica di potenza, ma di porsi come modello sociale e culturale (politico) al resto del mondo. Rispetto al quale il resto del mondo doveva fare i conti, nel bene e nel male. La nascita dell’Unione Sovietica ha rappresentato un problema per gli Stati fino ad allora dominanti che si sono visti minacciare non solo nel loro ambito militare ed economico; ma soprattutto sociale e strutturale. Ed ha rappresentato un modello verso cui si guardava con attenzione, da parte di quegli Stati che - fino ad allora deboli e sottomessi - aspiravano a una forma di redenzione sociale e culturale. La politica degli Stati dominanti è stata quella di volta in volta, di tentare di eliminare il problema attraverso guerre militari ed economiche; di contenere il problema attraverso una forma di isolamento (così come la Gran Bretagna aveva fatto nel XIX secolo con il “problema” dato dalla Francia del 1789); di utilizzo della minaccia (reale o presunta) per rafforzarsi al proprio interno, ristrutturarsi, e procedere allo smantellamento dell’avversario nel momento in cui si è pensato che quell’avversario non servisse più.

Ciò che è accaduto nel mondo fu una conseguenza di quella scelta. Il modo in cui avvenne la demolizione dell’avversario, e la demolizione di quell’avversario.



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Versione per la stampa Versione per la stampa
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica