Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Città invisibili |

Addio a Doddore Meloni


L’indipendentista sardo Doddore Meloni è morto in seguito allo sciopero della fame che aveva intrapreso come forma estrema di lotta.
mercoledì 5 luglio 2017 , Inviato da Sergej - 717 letture

Salvatore "Doddore" Meloni è morto a 74 anni, due giorni dopo essere entrato in coma. Era ricoverato dal 13 giugno all’ospedale Santissima Trinità di Cagliari.

"Tra le battaglie di Meloni si ricorda lo sbarco sull’isola di Maldiventre del 28 agosto 2008. L’indipendentista arrivò su un gommone in un giorno in cui l’isola era piena di turisti, poi si arrampicò sulla roccia più alta per issare una bandiera rossa e blu. Decretò la Libera repubblica di Malu Entu (Vento Cattivo, il nome in sardo dell’isola di Mal di Ventre).

Salvatore Meloni, che da più di vent’anni trascorreva gran parte delle sue giornate sull’isoletta assieme ad altri indipendentisti, nel febbraio 2009 ha avviato una causa civile per l’usucapione dell’isola di Mal di Ventre che, dal 1972, appartiene alla società napoletana "Turistica Cabras srl"; inoltre ha richiesto al Comune di Cabras la residenza anagrafica sull’isola per rafforzare la sua iniziativa. Meloni fece pure stampare banconote con la sua faccia, i "Soddus Sardos".

«Non mollerò mai – disse dopo il suo arresto – ma sono sicuro che farò la fine dell’indipendentista irlandese Bobby Sands, morto in carcere dopo un lunghissimo sciopero della fame». Si trovava in carcere da aprile (2017), per scontare due condanne definitive: 3 anni per evasione fiscale, un anno e otto mesi per falso nella richiesta (respinta) di gratuito patrocinio legale. Nel corso del processo, lo scorso ottobre (2016), gli era stato consentito di difendersi in sardo.

Subito dopo l’arresto, Meloni si era subito dichiarato prigioniero politico dello Stato italiano, iniziando immediatamente lo sciopero della fame e della sete. Un mese fa l’inipendentista aveva poi deciso di riprendere a bere, ma di proseguire a non mangiare. Il suo legale, l’avvocato Cristina Puddu, aveva detto che al momento del ricovero si trovava in condizioni gravissime. E nonostante gli appelli della famiglia e dei suoi sostenitori non si è intervenuti in tempo con una misura alternativa al carcere".


Fonte: Giornalettismo.

Sulla vicenda in carcere, cfr. L’Unione sarda.

Video su Youtube.



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Stampa Stampa Articolo
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio
:.: Condividi

Bookmark and Share
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica